Premier, i risultati della 28^ giornata: poker del Liverpool al West Ham. GOL E HIGHLIGHTS

Premier League

Vince 4-1 il Liverpool di Klopp, che si porta momentaneamente al secondo posto in classifica. Gabbiadini salva il Southampton pareggiando al 90’ il Burnley. Vittoria per Brighton, Huddersfield e Watford. Pari tra Bournemouth e Newcastle, così come tra Leicester e Stoke 

PREMIER LEAGUE, RISULTATI E CLASSIFICA

UNITED-CHELSEA E NON SOLO, TUTTO IL SUPER SUNDAY DI SKY SPORT

LIVERPOOL-WEST HAM 4-1

29' Can, 51' Salah, 57' Firmino (L), 59' Antonio (WH), 77' Mané (L)

Vittoria convincente del Liverpool che scavalca in classifica il Manchester United salendo momentaneamente al secondo posto in Premier. Segnano Can, Salah, Firmino e Mané, e il West Ham viene battuto con lo stesso identico punteggio dell’andata. I Reds scendono in campo con tre cambi rispetto ai cinque gol rifilati al Porto in Champions League. Una delle novità è il ritorno di Can a centrocampo (squalificato in Europa), e proprio il turco segnerà il primo gol del match. Dopo il palo di Salah e la traversa di Arnautovic (decisivo il tocco di Karius sul suo pallonetto) sblocca la partita Can sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Dalla bandierina pennella Salah per il sesto gol del numero 23 del Liverpool in stagione (record personale col club). E con questa rete la squadra di Klopp raggiunge quota 100 gol in stagione contando tutte le competizioni: è il secondo club inglese a tagliare la tripla cifra dopo il Manchester City (111). Il primo tempo si chiude dunque sull’1-0, ed è nella ripresa che il Liverpool chiude i giochi. Prima segna Salah imbeccato in area da Chamberlein; per l’egiziano gol numero 23 in Premier, 31° in stagione e 20° di sinistro in campionato: record assoluto nella storia della Premier. Dunque triplica le mercature Firmino, al terzo gol consecutivo tra tutte le competizioni. A nulla serve il 3-1 di Antonio intorno all’ora di gioco, anche e soprattutto dopo il quarto gol di Mané arrivato nel finale di partita. Poker Liverpool e gol per ognuno del terzetto offensivo di Klopp. Salah-Firmino-Mané raggiungono così quota 66 gol stagionali sui 103 totali di tutta la squadra. 

BOURNEMOUTH-NEWCASTLE 2-2

17', 45'+1 Gayle (N), 80' Smith, 89' Gosling (B)

Finisce 2-2 tra Bournemouth e Newcastle, con i padroni di casa a rimontare il doppio svantaggio del primo tempo. Per la squadra di Benitez, reduce dal successo sul Manchester United, ci pensa Gayle. Prima mette in rete di tacco dopo pochi minuti dall’inizio del match, dunque raddoppia nei minuti di recupero del primo tempo. All’80’ però Smith accorcia le distanze, e il pari finale arriva con Gosling a un minuto dal termine. Il Bournemouth scende all'undicesimo posto in Premier (scavalcato dal Watofrd). Sempre fuori dalla zona retrocessione il Newcastle, a +2 sul terzultimo posto.

BRIGHTON-SWANSEA 4-1

18' (rigore), 69' Murray, 73' Knockaert (B), 85' Dunk (autogol, S), 90' Locadia (B)

Continua la striscia di imbattibilità del Brighton, che sale così a 6 partite consecutive senza sconfitta. 4-1 convincente allo Swansea, ora distaccato di 4 punti in classifica. Sblocca il match nel primo tempo Murray su rigore, che diventa il quinto giocatore inglese più prolifico alle spalle dei soli Kane, Sterling, Vardy e Rooney. Nella ripresa le reti stagionali diventeranno 10. Chiude i conti col 3-0 Knockaert al 73’. Ininfluente l’autorete di Dunk (quarta per lui in stagione) per il 3-1, nel finale segna anche Locadia per il poker. Si interrompe a 10 match la serie di partite senza sconfitte dello Swansea, al momento al terzultimo posto del Premier con 28 punti.

BURNLEY-SOUTHAMPTON 1-1

67' Barnes (B), 90' Gabbiadini (S)

Gabbiadini salva il Southampton, che esce momentaneamente dalla zona retrocessione, salendo a quota 27 punti e davanti a Palace (una partita in meno) e Swansea solo in virtù della differenza reti. Continuano gli insuccessi del Burnely, a secco di vittorie dal 2017 e 11 partite (5 sconfitte e 6 pareggi). La squadra di casa, in vantaggio con Barnes a metà ripresa, si riprende però la settima posizione sopra al Leicester, confermandosi la prima squadra inglese alle spalle delle big six.

WBA-HUDDERSFIELD 1-2

48' Van La Parra, 56' Mounié (H), 64' Dawson (WBA)

Vittoria pesante anche per l’Huddersfield, che affossa ancora di più il Wba, ora distante sette punti dalla salvezza. Decidono Van La Parra e Mounié nella ripresa. Inutile il gol nel finale di Dawson sugli sviluppi di un calcio d'angolo, il quinto da corner negli ultimi sei gol di squadra. Wba sempre più ultimo, Huddersfield 14° a quota 30 punti.

LEICESTER-STOKE CITY 1-1

43’ Shaqiri (S), 70’ Butland (autogol, L)

Finisce 1-1 il match che ha aperto il sabato di Premier League tra Leicester e Stoke City. I padroni di casa fanno un piccolo movimento in classifica salendo a quota 36, all'ottavo posto della Premier alle spalle del Burnley. Lo Stoke sale invece a 26, punto non sufficiente per uscire dalla zona retrocessione. Passa in vantaggio lo Stoke a fine primo tempo con Shaqiri, terzo gol consecutivo per lui (non gli era mai successo in una squadra dei cinque principali campionati europei). Leicester che arriva al pari a venti minuti dal termine con il clamoroso autogol di Butland: la settima autorete per gli ospiti in questa stagione di Premier League, più di qualunque altra squadra.

WATFORD-EVERTON 1-0

79' Deeney (W)

Vince il Watford nel match che ha chiuso il sabato di Premier. Contro l’Everton decide un gol di Deeney - il numero 5 in stagione, il numero 105 con la maglia del Watford - a dieci minuti dal termine. Decisivo l’assist di Okaka, entrato a inizio ripresa. Si ferma l’Everton, dopo la vittoria sul Crystal Palace dell’ultimo turno, e all’ottavo ko in trasferta in campionato (in stagione una sola vittoria lontano da Goodison Park). La squadra di Allardyce non approfitta del doppio stop di Leicester e Burnley, che rimangono rispettivamente al settimo e ottavo posto con 3 e 2 punti di vantaggio. Si avvicina invece proprio il Watford, che sale al decimo posto proprio a -1 dai toffees. Deeney e compagni raddoppiano così i punti di vantaggio sulla zona retrocessione, da 3 a 6.

I più letti