Chelsea, dall'Inghilterra: Abramovich pensa alla cessione del club. E la valutazione è da record

Premier League

Come svelato dal Sunday Times, l'oligarca russo padrone del Chelsea si sarebbe rivolto a una banca d'affari per far valutare il club: il prezzo record per l'acquisizione è fissato a 2 miliardi di sterline. L'indiscrezione smentita dal club

CUGINO MANSOUR, OFFERTA MILIARDARIA AL LIVERPOOL

"SARRITEZ", IL PASSATO DEL NAPOLI GIOCA IN PREMIER

Roman Abramovich potrebbe vendere il Chelsea. È ciò che ha si legge sul rapporto pubblicato dal Sunday Times, che per primo ha svelato questa possibilità. Il quotidiano afferma che l’oligarca russo, padrone del club dal 2003, avrebbe invitato la banca d’affari statunitense Raine Group a valutare il club. E la cifra fissata per l’acquisizione della società sarebbe da record: è infatti pari a 2 miliardi di sterline, quelle che un possibile acquirente dovrebbe versare nelle casse di Abramovich qualora decida di prendere in mano il Chelsea. La notizia arriva a meno di una settimana da una molto simile, che ha però coinvolto il Liverpool, club che avrebbe la stessa valutazione. La volontà di Abramovich di vendere la società non costituirebbe comunque una novità assoluta: fino a giugno, infatti, l’uomo più ricco della Gran Bretagna, Jim Ratcliff (amministratore di Ineos, ha una ricchezza dichiarata di circa 21 miliardi), è stato associato a un’offerta di 2 miliardi per acquisire i Blues, apparentemente respinta dallo stesso patron russo. Non si esclude, comunque, una seconda possibiltà: quella che Abramovich si sia rivolto a Raine Group non per cedere la società ma per trovare nuovi finanziatori, come fatto dal Manchester City nel 2015, utili a colmare il gap economico con le altre big inglesi ed europee. Ogni indiscrezione è stata smentita dal club.

I più letti