Liverpool, bufera su Sturridge: la FA lo accusa di calcioscommesse

Premier League

L’attaccante del Liverpool, secondo la Football Association, sarebbe colpevole di aver passato a terzi informazioni utili per scommettere su alcune partite. Adesso ha tempo fino al 20 settembre per rispondere alle accuse: "Daniel ha dichiarato di non aver mai scommesso sul calcio" le parole di un portavoce dei Reds

ALISSON, ERRORE E CRITICHE: DIVENTA “ALISSIUS”

LIVERPOOL KO A BELGRADO: CHE ERRORE DI STURRIDGE. VIDEO

Già quattro gol segnati in avvio di stagione. Tutto nonostante i soli 357’ che Klopp gli ha concesso fra Premier e Champions. Troppa la concorrenza nel reparto offensivo per Daniel Sturridge che, però, risponde sempre presente quando chiamato in causa. Da qualche settimana, tuttavia, l’attaccante classe 1989 non sta vivendo giornate serene. Colpa delle tre panchine consecutive in campionato fra Arsenal, Cardiff e Fulham. Colpa anche e soprattutto della FA, che lo ha accusato di aver tenuto una condotta inappropriata riguardo alle scommesse. A spiegarlo è la stessa Football Association con un comunicato sul proprio sito ufficiale, spiegato riga per riga dal Daily Mail.

La spiegazione

Sturridge, che in campo ha segnato a Psg e Chelsea, è stato accusato di aver fornito informazioni a terzi, violando così le norme E8 (1) (a) ed E8 (1) (b) nel gennaio passato. La prima stabilisce che un giocatore non può scommettere, né direttamente né indirettamente. Inoltre non può istruire, permettere o consentire a qualsiasi persona di scommettere sul risultato o su qualsiasi altro aspetto riguardante lo sviluppo di una partita oppure il trasferimento dei giocatori, l'assunzione dei dirigenti o le sentenze disciplinari. La regola E8 (1) (b), invece, si riferisce a quando un giocatore fornisce informazioni a qualsiasi persona in merito ad una partita o ad una squadra. Di questo è accusato Sturridge. Dopo l'annuncio della FA, un portavoce del Liverpool ha immediatamente rilasciato una dichiarazione: "Daniel ha dato la sua piena e inequivocabile collaborazione durante questo processo e ha assicurato al club che continuerà a farlo - ha detto - Daniel ha anche dichiarato di non aver mai scommesso sul calcio. Come per qualsiasi problema di questo tipo, aspetteremo che il processo venga concluso nella sua interezza prima di fare ulteriori commenti". L’attaccante avrà tempo fino alle ore 18 di martedì 20 novembre per rispondere all'accusa. In passato storie del genere sono capitate anche ad altri giocatori come Joey Barton (accusato di aver piazzato 1260 scommesse su partite di calcio dal 2006 al 2016) Jack Colback (multato nel 2016 per £25.000) e Kyle Lafferty.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche