Kane, infortunio per l'attaccante del Tottenham. Legamento della caviglia ko: torna a marzo

Premier League

Il numero 10 degli Spurs riprenderà ad allenarsi tra un mese e mezzo. Sarà costretto a saltare almeno una decina di partite, tra cui cinque big match decisivi per la stagione. E intanto Son è volato negli Emirati per raggiungere la sua Corea in Coppa d'Asia

TIFOSO DENUNCIA: "INSULTI RAZZISTI A SON"

PETR CECH ANNUNCIA IL RITIRO

“Siamo preoccupati, speriamo non si un grosso problema, ma se dovesse esserlo, sarebbe un grosso problema per noi”. Così aveva commentato Mauricio Pochettino il probabile infortunio di Kane dopo la sconfitta interna contro il Manchester United dello scorso turno di Premier. Ora il responso ufficiale è arrivato: “Legamenti della caviglia sinistra danneggiati - scrive il Tottenham sui propri canali ufficiali -, il giocatore continuerà ad essere monitorato dallo staff quando inizierà la riabilitazione, e si prevede che riprenda ad allenarsi all’inizio del mese di marzo”. Sicuramente un duro colpo per gli Spurs, orfani per un mese e mezzo del suo miglior giocatore da 20 gol in 31 presenze in stagione.

Quali partite salterà?

L’occhio, a questo punto, finisce inevitabilmente sul calendario. Kane riprenderà soltanto ad allenarsi a inizio marzo, e in mezzo ci sono almeno una decina di match (se non di più) che l’attaccante di Londra sarà costretto a saltare. Quali? Innanzitutto l’andata degli ottavi di Champions contro il Borussia Dortmund, e verosimilmente anche il ritorno casalingo fissato per il 5 marzo. In Premier Kane sarà ai box sicuramente nel big match contro il Chelsea del 27 febbraio e probabilmente anche in quello contro l’Arsenal (per lui da sempre speciale) del 2 marzo. Mentre per la trasferta di Liverpool di fine mese (il 30) dovrebbe aver già recuperato. In mezzo, Premier e Champions a parte, Kane non ci sarà nemmeno per la semifinale di ritorno di Coppa di lega contro il Chelsea, per l’eventuale finale del 24 febbraio e per, almeno, il prossimo turno di FA Cup.

Tottenham senza attacco

La situazione è allora inevitabilmente critica in casa Spurs, ancor più che il sudcoreano Son, dopo la partita contro lo United, è volato verso gli Emirati Arabi Uniti per raggiungere la sua nazionale già qualificata agli ottavi di finale della Coppa d’Asia. A quota 6 punti nel gruppo C, la formazione del CT Paulo Bento accoglierà infatti la sua stella prima della terza e ultima sfida nel girone contro la Cina di Lippi. Considerando che la manifestazione avrà fine il prossimo primo febbraio, qualora i sudcoreani dovessero avanzare nel tabellone, il Tottenham rischia di perdere (anche) Son per le prossime due settimane. SOS attacco totale, ma chi giocherebbe allora davanti? L’ex Juve Llorente in stagione ha collezionato 13 partite (ma per appena 241 minuti) e segnato 4 reti. Con lui anche il rientrante (dal prestito al Fenerbahce e da infortunio) Vincent Janssen, ma ancora a secco di partite in stagione. L'unica "fortuna" del Tottenham si chiama dunque calciomercato, apertissimo. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche