Emiliano Sala, la sorella Romina non si arrende: "Mio fratello è ancora vivo, lo cercherò personalmente"

Premier League

Romina Sala, la sorella di Emiliano, ha visitato l'esterno dello stadio del Cardiff, dove i tifosi hanno lasciato tanti messaggi d'affetto per l'attaccante argentino scomparso nel canale della Manica: "Siamo convinti che mio fratello sia ancora vivo, vogliamo continuare a cercarlo, anche di persona. Quando tornerà, sarà felice nel vedere tutto l'appoggio che la gente gli ha riservato"

SALA, RITROVATI RESTI DI UN AEREO SULLE COSTE FRANCESI

FOTO. LA SORELLA DI SALA VISITA IL TRIBUTO DEI TIFOSI

LA POLIZIA SOSPENDE LE RICERCHE

Sciarpe, bandiere, fiori, messaggi di speranza scritti su ogni superficie. È questa la scena che si è ritrovata davanti Romina Sala all’esterno dello stadio del Cardiff. La sorella di Emiliano, calciatore argentino scomparso nel canale della Manica mentre si trovava in volo la sera del 21 gennaio, è stata accompagnata da Ken Choo, amministratore delegato del club gallese, fuori dal Cardiff City Stadium. Il dirigente ha mostrato a Romina i tanti omaggi preparati dai tifosi del Cardiff per il proprio attaccante. La ragazza non è riuscita a trattenere le lacrime. Tuttavia, non sembra avere alcuna intenzione di arrendersi, come spiega in queste dichiarazioni: "Ovviamente sono ancora in stato di shock, ma tutta questa dimostrazione d’affetto dei tifosi non può che darmi qualche speranza in più, anche perché noi siamo convinti che Emiliano e il pilota siano ancora vivi. La reazione delle persone sui social è stata incredibile e ci è stata di grande conforto, ma vogliamo continuare a cercarlo, anche di persona. L’unica cosa che voglio dire è un grazie a tutti quelli che sono coinvolti in questa storia e ai giocatori in particolare. Siamo veramente grati per il supporto ricevuto in questi ultimi giorni. Siamo venuti qui per trovare Emiliano, noi siamo sicuri che lui sia da qualche parte e andremo a cercarlo. Voglio trovare mio fratello. Sono sicura che ci riuscirò. Emiliano è un guerriero. Ha iniziato a giocare a calcio quando era molto piccolo, la sua carriera è stata dura perché ha dovuto viaggiare molto già a partire dai 15 anni. E' un uomo davvero umile, un ragazzo di famiglia. Gli piaceva scherzare. Quando Emiliano tornerà, sarà felice nel vedere tutto l'appoggio e l'affetto che la gente gli ha riservato", ha concluso Romina visibilmente emozionata.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche