Risultati Premier League: le partite della 28^ giornata. Vincono Leicester e Newcastle

Premier League

Sotto gli occhi di Brendan Rodgers, nuovo allenatore al posto di Puel, il Leicester ritrova la vittoria dopo 3 ko di fila: battuto 2-1 il Brighton. Si rialza anche l'Everton che travolge 3-0 il Cardiff e sale al 9° posto. Respira il Newcastle di Benitez al 2° successo di fila dopo il 2-0 al Burnley. A distanza di 15 turni dall'ultima gioia festeggia pure l'Huddersfield, ultimo della classe che piega 1-0 il Wolverhampton

RODGERS SULLA PANCHINA DEL LEICESTER: ARRIVA DAL CELTIC

DE GEA ENTRA NEL CLUB: 100 CLEAN SHEET IN PREMIER

PREMIER LEAGUE, RISULTATI E CLASSIFICA

Al via la 28^ giornata di Premier League, turno infrasettimanale che ha riservato quattro partite nella serata di martedì. In attesa delle portate più gustose con le gare di Liverpool e Manchester City oltre ad un imperdibile Chelsea-Tottenham, chi si prende la scena è il Leicester reduce dall’esonero di Puel. Ufficializzato Brendan Rodgers in panchina, nuovo allenatore che applaude il successo casalingo contro il Brighton in caduta libera: 2-1 finale grazie alle reti di Gray e Vardy, inutile la firma di Propper per gli ospiti che restano a +3 sul terzultimo posto. Le Foxes ritrovano invece un successo che mancava dal 1 gennaio (1-0 sul campo dell’Everton) e dimenticano i 5 stop nelle ultime 6 uscite. Leicester in precedenza reduce da 3 ko di fila proprio come l’Everton che spazza via la crisi sul campo del Cardiff: due volte Sigurdsson prima di Calvert-Lewin al 90’ blindano il 3-0 per la squadra di Marco Silva, manager che si porta al 9° posto a quota 36 punti insieme al West Ham. Si tratta della 2^ sconfitta di fila per i gallesi a +1 sul Southampton terzultimo.

È invece un successo casalingo a ribadire il buon momento del Newcastle, vittorioso 2-0 contro il Burnley a ribadire lo stesso risultato centrato nel weekend ai danni dell’Huddersfield. Di Schar e Longstaff, entrambi a segno nel primo tempo, le reti che trascinano Rafa Benitez a +7 sulla zona retrocessione e che valgono il sorpasso sugli uomini di Sean Dyche fermi a 30 punti. Un colpo tutt’altro che scontato per i Magpies, d’altronde gli avversari erano reduci da 8 gare utili con 18 punti all’attivo senza ko nel 2019. Per una serie positiva che va in archivio c’è un incubo giunto al capolinea: è quello dell’Huddersfield, ultimo in classifica ma dalla vittoria ritrovata dopo 14 gare (13 delle quali perse) da dimenticare. L’uomo della provvidenza è Steve Mounié, autore del decisivo 1-0 nel finale ai danni del Wolverhampton di Nuno Espirito Santo. Non cambia la situazione della formazione di Siewert in coda con 14 punti alla Premier che, tuttavia, spezza un tabù senza fine chiudendo idealmente un cerchio: l’ultima gioia era infatti datata 25 novembre proprio contro i Wolves, ottavi della classe a quota 40 eppure vittima prediletta dei Terriers dai tre punti ritrovati.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche