Everton-Arsenal 1-0: gol e highlights della partita. Decide Jagielka, il Napoli sorride

Premier League

La squadra di Silva offre un bel consiglio agli azzurri su come battere i Gunners (giovedì l'andata di Europa League all'Emirates). Grande prova dei padroni di casa che hanno la meglio sui ragazzi di Emery, apparsi stanchi. Lo spagnolo impiega Aubameyang e Ramsey per un solo tempo, Özil rifiata nell'ultimo quarto d'ora. Decide la rete al 10' di Jagielka

NAPOLI-GENOA LIVE

PREMIER LEAGUE: RISULTATI - CLASSIFICA

EVERTON-ARSENAL 1-0

10' Jagielka

La notizia che fa sorridere il Napoli arriva dall’Inghilterra. L’Arsenal, infatti, cade sul campo dell’Everton e aumenta l’ottimismo degli azzurri in vista dell’andata di Europa League. La squadra di Emery fa un deciso passo indietro rispetto alle recenti prestazioni ed esce dal campo con una meritata sconfitta, frutto di scarsa lucidità mentale in fase offensiva ed eccessivo squilibrio in quella arretrata. Pickford, estremo difensore dei Toffees, non viene infatti quasi mai chiamato in chiusa dalle timide conclusioni dei Gunners, difendendo il minimo vantaggio senza problemi fino al fischio finale. Emery pensa già alla partita di giovedì e fa rifiatare dall’inizio Aubameyang e non rischia Ramsey, uscito anzitempo nell’ultima sfida contro il Newcastle per un guaio muscolare, poi recuperato in settimana. Riposa anche – causa squalifica – Torreira, mentre Koscielny non recupera dal problema al piede. In attacco gioca dunque Lacazette, supportato da Özil e Mkhitaryan. Gli esterni sono Maitland-Niles e Kolasinac, mentre in mezzo al campo agiscono Elneny e Guendouzi. La brillantezza delle ultime settimane è assente a Goodison Park, dove l’Everton sblocca dopo dieci giri di orologio con il gol sotto porta di Jagielka e soffre raramente la pressione dei Gunners. La squadra di Marco Silva non crea particolari altri pericoli, ma l’intensità messa in campo prevale nettamente sulla stanchezza evidenziata dai londinesi. Papastathoupoulos spaventa i suoi per un duro contrasto alla coscia (fastidio già avvertito in stagione), ma alla fine tiene duro e si rivela uno dei migliori dei suoi. Il deludente primo tempo costringe l’allenatore spagnolo a giocarsi le carte Aubameyang-Ramsey in avvio di ripresa. Il gallese prova subito a dare la fiammata, ma è solo un fuoco di paglia. Gli ospiti si sbilanciano alla ricerca del pari e rischiano più volte di incassare il raddoppio in ripartenza, ma vengono graziati da Sigurdsson, Bernard e Richarlison. Özil si risparmia per l’ultimo quarto d’ora e toglie ulteriore imprevedibilità (vista col contagocce anche con il tedesco in campo) alla manovra dei londinesi per il forcing finale. L’Arsenal perde 1-0 e resta al quarto posto, in compagnia del Chelsea, mentre l’Everton aggancia il Watford al 9° posto. Un segnale importante in vista di giovedì per Ancelotti.

TABELLINO

EVERTON (4-2-3-1): Pickford; Coleman, Jagielka, Zouma, Digne; André Gomes, Gueye; Richarlison (79' Walcott), Sigurdsson (91' Davies), Bernard (88' Lookman); Calvert-Lewin. All. Silva

ARSENAL (3-4-2-1): Leno; Mustafi, Papastathopoulos, Monreal; Maitland-Niles, Elneny (46' Ramsey), Guendouzi, Kolasinac (46' Aubameyang); Özil (75' Iwobi), Mkhitaryan; Lacazette. All. Emery

Ammoniti: Guendouzi (A), Papastathopoulos (A), André Gomes (E), Mustafi (A)

I più letti