Sanchez, dal Manchester United al cinema: attore per "Il mio amico Alexis"

Premier League

Protagonista in negativo con i Red Devils, dove ha accumulato solo 2 gol in 27 gare nell'ultima stagione, El Niño Maravilla cerca fortuna nelle vesti di attore: è uscito in Cile "Il mio amico Alexis", film che segna il debutto di Sanchez in campo cinematografico. "Ero rilassato e felice, alla fine è venuto tutto naturale", ha spiegato l'attaccante dello United

INTER E JUVE, CONTATTI PER SANCHEZ: INGAGGIO ALTO

BEN 75MILA STERLINE A PARTITA PER SANCHEZ

MOURINHO: "UNITED? ORA CAPISCONO LA MIA IMPRESA"

Stagione da dimenticare per Alexis Sanchez, transitato dall’era Mourinho alla gestione di Solskjaer senza trovare soddisfazioni. Solo 2 gol segnati in 27 incontri disputati per El Niño Maravilla, protagonista in negativo al Manchester United dove era arrivato nel gennaio 2018: 34 i milioni di euro concessi all’Arsenal dai Red Devils, somma tutt’altro che giustificata in quella metà di campionato (2 reti in 12 gare di Premier) così come nell’annata appena archiviata. Spesso ai box per problemi fisici (infortuni a coscia, ginocchio e caviglia), l’ex attaccante di Udinese e Barcellona fatica ad imporsi a Old Trafford e anima i rumors di mercato nonostante un contratto in scadenza nel 2022. Una parabola in discesa per chi, a 30 anni, non riesce ad esprimere il proprio potenziale ma ha scoperto un nuovo insospettabile talento.

Sanchez si dà al cinema: ecco "Il mio amico Alexis"

Al debutto in campo cinematografico, infatti, il giocatore del Manchester United indossa le vesti di attore e diventa protagonista de "Il mio amico Alexis": diretto da Alejandro Fernandez Almendras, il film racconta la storia del 12enne Tito che incontra il suo idolo. Un esordio che ha soddisfatto eccome il regista della pellicola: "Penso che le persone saranno sorprese di come recita Alexis, di quello che fa e dice. Va oltre quello che vediamo in campo". Appena uscito nelle sale in Cile, Paese d’origine dove Sanchez è un’icona non solo sportiva, il film non ha causato difficoltà all’attaccante cileno abituato a prestarsi alle telecamere: "Ero rilassato e felice - ha confidato Alexis -, e alla fine è venuto tutto naturale". Un curioso "cambio" di lavoro per El Niño Maravilla pronto tuttavia a tornare in campo: ai nastri di partenza la 46^ edizione della Copa America, appuntamento in Brasile che vedrà il recordman assoluto in Nazionale per gol (41) e presenze (124) chiamato a riscattarsi dopo una stagione fallimentare.

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche