Manchester City Watford, Deulofeu ha una heatmap incredibile

Premier League

Weekend da incubo per la squadra di Sanchez Flores, travolta 8-0 all'Etihad dal Manchester City. Ben 5 i gol incassati nei primi 18' di gioco, ma la curiosità coinvolge l'ex Milan incaricato di battere il calcio d'inizio dopo ogni rete degli avversari. Osservando la sua heatmap, infatti, è proprio il cerchio di centrocampo la zona del campo dove Deulofeu ha toccato più palloni nel match

8-0 AL WATFORD, I RECORD DEL CITY - FOULQUIER E GLI ESORDI DA INCUBO

GUARDA TUTTI GLI HIGHLIGHTS DI PREMIER LEAGUE

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Cinque gol segnati nei primi 18 di gioco, ben 8 reti totali al fischio finale di un match senza storia. Ogni commento diventa superfluo nell’8-0 del Manchester City ai danni del Watford, travolto all’Etihad nel weekend di Premier League e ultimo in classifica con 2 punti in 6 turni. Nemmeno il ritorno in panchina di Quique Sanchez Flores, allenatore che ha preso il posto di Javi Gracia dallo scorso 7 settembre, ha evitato un risultato umiliante sul campo della corazzata allenata da Pep Guardiola. Se i Citizens lamentano 5 lunghezze di ritardo dal Liverpool capolista, il club azzurro ha raggiunto una serie di record dopo la goleada inflitta agli Hornets: mai a segno 8 volte in una singola partita nella sua storia, nessuno come il City aveva mai realizzato 5 centri nei 18 minuti iniziali. C’è gloria anche per David Silva (vantaggio dopo 52 secondi, gol-lampo in questo campionato) e De Bruyne (53 assist in Premier, superato Ozil) oltre ad Aguero, 100 reti segnate all’Etihad nonché il primo nella storia ad aver timbrato in tutte le prime 6 partite di Premier. E che dire del Watford? Basta indugiare sull’incontro di Gerard Deulofeu.

Deulofeu tocca palla solo ad ogni ripresa del gioco

Davvero poca fortuna per il 25enne spagnolo, ex attaccante del Milan in pianta stabile al Watford dal 2018. Ebbene, l’immagine più fedele della sua partita è tutta nella sua heatmap: la maggior parte dei suoi tocchi del pallone vanno a referto nel cerchio di centrocampo, rettangolo di gioco poco abituale per lui solitamente schierato sulla fascia offensiva. Posizione occupata regolarmente anche all’Etihad, ma il motivo è presto spiegato: era proprio Deulofeu il giocatore designato a battere il calcio d’inizio, compito che gli è toccato 8 volte contro il City dall’avvio del match ai primi 7 centri degli avversari. Quantomeno si è risparmiato l’8° gol di De Bruyne, lui che aveva abbandonato il campo pochi minuti prima sostituito da Gray e ha chiuso con il 92% di passaggi riusciti grazie ad ogni kick-off.

I più letti