Coronavirus, Kenny Dalglish lascia l'ospedale: l'ex bandiera del Liverpool torna a casa

Premier League
©LaPresse

L'ex giocatore e allenatore del Liverpool dimesso dall'ospedale dopo la positività al Covid-19: non aveva sintomi da contagio. Ringrazia il National Health Service: "Mi hanno curato nel miglior modo possibile, siamo fortunati ad avere a disposizione questo sistema sanitario"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

L'ex giocatore e allenatore del Liverpool Kenny Dalglish è stato dimesso dall'ospedale dopo essere risultato positivo al test per il coronavirus. Il 69enne scozzese, oggi dirigente non esecutivo dei Reds, era stato ricoverato mercoledì scorso "per un'infezione che ha richiesto trattamenti con antibiotici" ed era risultato positivo nonostante non avesse manifestato sintomi da contagio. Tre giorni dopo, Dalglish ha avuto l'ok per tornare a casa e ha colto l'occasione per elogiare tutti i lavoratori impegnati nel National Health Service, il sistema sanitario nazionale inglese: "Fantastici - li ha definiti sul Sunday Post l'ex giocatore, che prima di essere ricoverato aveva scelto di isolarsi con la sua famiglia in maniera volontaria - la gente potrebbe pensare che il mio nome mi abbia aiutato a ricevere le migliori cure, ma posso assicurare che ogni paziente riceve le migliori cure possibili. Come nazione, siamo fortunati ad avere a disposizione questo personale medico e li auguro a tutti perché lavorano instancabilmente per aiutare il Paese a uscire da questa pandemia".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche