Premier League: "Sì ad allungare i contratti oltre il 30 giugno se c’è l’accordo"

Premier League

La stagione inevitabilmente si chiuderà ben oltre il 30 giugno, data in cui scadono generalmente i contratti. Così, la Premier League ha permesso alle squadre di negoziare con i calciatori in scadenza l’estensione fino alla fine dell’annata

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI DEL 14 MAGGIO IN DIRETTA

La prosecuzione dei campionati oltre il 30 giugno ha creato il problema relativo alle scadenze dei contratti. Quel giorno, da sempre considerato nei documenti come data conclusiva di una stagione, non rispecchia più – nella maggior parte dei casi – la chiusura dell’annata sportiva. Un primo passo per la risoluzione della questione è stato fatto dalla Premier League, che con un comunicato ufficiale ha reso noto che le squadre e i calciatori saranno liberi di accordarsi per allungare i termini dell’accordo in essere fino al termine della stagione.

Il comunicato della Premier League

"Nell'assemblea di lunedì, i club di Premier League hanno approvato all'unanimità una breve estensione con i giocatori i cui contratti scadranno il prossimo 30 giugno. I club e i giocatori potranno concordare insieme l'estensione dei contratti oltre il 30 giugno, fino al termine della stagione, ma deve esserci necessariamente l'accordo da entrambe le parti. Club e giocatori avranno tempo fino al 23 giugno per chiudere questi accordi" si legge sul sito ufficiale della Premier.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche