Juventus, l'agente di Buffon: "Può giocare altri due anni, ma non da comparsa. Vuole essere protagonista"

Serie A
41_buffon_getty

Silvano Martina, procuratore del portiere della Juventus, ha parlato del futuro del suo assistito e non ha escluso che possa continuare a giocare: "Se continua vuole essere protagonista, la decisione spetta solo a lui"

LE PROBABILI FORMAZIONI DI LAZIO-JUVENTUS
BUFFON: "SMETTERE DI GIOCARE E' COME MORIRE"

Quarant’anni da numero uno, forse anche qualcosa in più: Gianluigi Buffon potrebbe continuare a giocare ancora. Incerto il futuro del portiere della Juventus, che qualche mese addietro aveva parlato di un possibile ritiro dal calcio giocato al termine della stagione ma che adesso potrebbe proseguire. Ad annunciarlo è stato il suo procuratore, Silvano Martina, che ai microfoni di radio RMC ha parlato del futuro del suo assistito. "E’ ancora presto per dire se Buffon continuerà – ha detto l’agente nel corso della trasmissione 'Maracana' -, sarà soltanto il tempo a dire come si sente. Ma una cosa è certa, se continua a giocare è perché vuole fare il protagonista, non la comparsa. Io lo vedo bene, può giocare ancora altri due anni. Ma per andare avanti è necessario avere quel fuoco dentro. A questo punto spetta soltanto a lui decidere se continuare o meno".

Tutti pronti a sparare sentenze. Gigi avrebbe meritato il Pallone d’Oro

Poi Martina ha parlato delle critiche rivolte a Buffon dopo una delle due reti subite nel corso della gara di andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Tottenham: "Ho quasi la sensazione che al giorno d’oggi non si abbiano in simpatia i calciatori. Siamo arrivati al punto che si giudica soltanto un singolo episodio – ha spiegato il procuratore del numero 1 bianconero -, non si guarda a come sta un calciatore. L’errore col Tottenham, ad esempio, lo avrebbe potuto commettere anche da giovane. Ora invece sono tutti pronti a sparare sentenze, soprattutto sui social”. E prima di concludere anche un pensiero sul Pallone d’Oro, riconoscimento soltanto sfiorato da Buffon: “Io penso che prima o poi un portiere vincerà questo premio. E’ chiaro che nel periodo di Cristiano Ronaldo e Messi, vincere diventa complicato. Ma Gigi in carriera ha vinto molti titoli importanti e avrebbe meritato il Pallone d’Oro, così come Maldini o altri calciatori italiani".

Futuro? Juve o Nazionale, sceglierà lui

Infine il procuratore di Buffon ha chiarito la posizione del suo assistito, che una volta appesi gli scarpini al chiodo avrà la possibilità di scegliere quale ruolo intraprendere tra un ventaglio di offerte. "Quando smetterà potrà scegliere cosa fare. Con la dirigenza della Juventus c’è un rapporto di amicizia – ha concluso Martina -, per la Juve è anche andato in Serie B, ha rifiutato offerte importanti e non ha mai preteso aumenti dal club. Quindi toccherà a lui decidere se optare per la società bianconera o per la Nazionale. Valuterà tutto con serenità, ma ovunque andrà vorrà certamente essere utile. E’ una persona con mille idee, per questo motivo va sfruttato. Ha qualità umane importanti perché è cresciuto in una famiglia con dei sani valori: è una persona generosa, è disponibile e ha rispetto di tutti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport