De Vrij in lacrime dopo Lazio-Inter: quel fallo da rigore dopo una buona partita. VIDEO

Serie A

La solita partita giocata molto bene: poi il fallo da rigore su Icardi che ha riaperto i giochi e le lacrime finali in panchina. L'amara partita di Stefan De Vrij, che l'anno prossimo giocherà proprio nell'Inter

LAZIO-INTER: GOL E HIGHLIGHTS

LE LACRIME DI STEVEN ZHANG. VIDEO

SPALLETTI PAZZO DI GIOIA, SHOW CON I TIFOSI A FINE PARTITA

DAL RIGORE ALLE LACRIME, IL FINALE DA INCUBO DI DE VRIJ

ICARDI: "CHE GIOIA LA CHAMPIONS! FUTURO? LA SOCIETA' SA COSA VOGLIO"

SERIE A, LA CLASSIFICA FINALE

Da quando, dieci giorni fa è trapelata la notizia della firma per la prossima stagione e del deposito del contratto di Stefan De Vrij con l’Inter, i tifosi della Lazio ci avranno pensato tante volte. Il loro miglior difensore dovrà giocare o no nella partita decisiva per la Champions proprio con quello che sarà il suo nuovo club? Se n’è parlato tanto, soprattutto sui social. Lo ha fatto il direttore sportivo Tare. Lo ha fatto alla vigilia dell’incontro Simone Inzaghi in conferenza stampa, comunicando la sua decisione di schierarlo così: "De Vrij ha lavorato bene, in settimana mi sono limitato a osservarlo. Sono sicuro che vorrà lasciare un segno profondo alla società, ai tifosi ed ai compagni e vorrà far capire all'Inter che difensore di spessore avrà per i prossimi cinque anni". La partita, è finita come i tifosi della Lazio, e magari il suo allenatore temevano. Un intervento in ritardo di Stefan De Vrij al 77’ su Icardi, e calcio di rigore senza alcun dubbio, assegnato da Rocchi. Quello che, con ogni probabilità sarà il suo prossimo capitano batte Strakosha e riapre tutto. Sul 2-2, l’espulsione di Lulic e la Lazio in 10. Poi arriverà il gol di Vecino, decisivo. Tre minuti dopo, Inzaghi lo richiama in panchina per inserire Nani. L’olandese esce a testa bassa. A fine partita, le lacrime in panchina che hanno fatto subito il giro del web. A chi nei giorni scorsi aveva messo in dubbio la sua serietà professionale, De Vrij aveva risposto bene sul campo. Fino a quel momento. Partita super in difesa, anche aiutato dal poco che l’Inter aveva espresso in fase offensiva fino al fallo da rigore. Su una panchina dell’Olimpico, sedici anni e quindici giorni fa, un’interista pianse con le stesse lacrime di delusione. Era Ronaldo il fenomeno. Uno scudetto sfumato all’ultima partita. Questa volta a piangere, è un futuro interista. Autore di una grandissima stagione con la Lazio, e di una partita importante. Fino a quell’episodio.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.