Buffon: "Nazionale? Via per autotutela. Verratti unico talento italiano. La Juve resta la più forte di tutti"

Serie A

Il portiere del Paris Saint-Germain ha parlato del duello tra la Juventus e il Napoli, mettendo i bianconeri un gradino più in alto rispetto agli azzurri. Per quanto riguarda l'addio alla Nazionale, Buffon ha sottolineato: "Via per autotutela, non ho voglia di sembrare quello che vuole esserci per forza. Verratti unico talento del calcio italiano"

IL GRANDE SABATO IN ESCLUSIVA SU SKY

JUVE-NAPOLI, ANCELOTTI RITROVA I BIANCONERI

Ha lasciato la serie A dalla porta principale, chiudendo la sua avventura italiana con l’ennesimo scudetto di una carriera incredibile. Il presente di Gianluigi Buffonsi chiama adesso Paris Saint-Germain, un’altra sfida che l’ex portiere bianconero ha intenzione di vincere. Nonostante viva e giochi in Francia, l’attenzione sul campionato italiano non si è affievolita, anzi Buffon continua a seguire con trasporto il duello tra Juventus e Napoli. "Il Napoli sono felice che stia facendo bene perché ho un rapporto di stima e amicizia con Ancelotti, in qualunque squadra lui vada è chiaro che spero che possa ottenere il massimo" le parole di Buffon. "Insigne? Penso che ormai la sua crescita sia consolidata, fa parte di quei giocatori molto importanti che se messi nel contesto giusto possono farti vincere le partite. Nel prossimo turno gli azzurri affronteranno la Juve, sarà una partita dura perché i bianconeri, come forza di squadra, sono in questo momento la società italiana largamente davanti a tutti. Anche a livello europeo credo che si stia assestando tra le prime tre, diventando un punto di riferimento per gli altri club italiani e stranieri".

"Via dalla Nazionale per autotutela"

Il capitolo Nazionale è chiuso per Buffon, i motivi li spiega proprio il portiere del Psg in maniera chiara: "Con Mancini il rapporto è sereno e chiaro, ci eravamo sentiti a maggio e devo dire che è stato molto carino e rispettoso. Abbiamo avuto un colloquio costruttivo, ci sono momenti nei quali un giocatore della mia storia deve fare un passo indietro per autotutela. Penso che sia stato giusto iniziare quel percorso nuovo di questa Nazionale. Io vivo di sentimenti ed emozioni, per la causa che sposo mi sento di dare sempre l’anima. Per la Nazionale ho dato qualcosa di più, ma a volte non mi è stato riconosciuto. Per cui, a 40 anni, non ho tanta voglia di sembrare quello che vuole esserci per forza".

"Verratti incredibile"

Nella sua avventura in Francia, Buffon ha trovato come compagno di squadra Marco Verratti, considerato a tutti gli effetti il talento più puro del calcio italiano: "E’ un giocatore incredibile, in questo momento l’unico vero talento del calcio italiano per la personalità e qualità di cui dispone. Qui ha la fortuna di poter giocare con dei campioni con cui si intende al primo sguardo, si vede che in tutte le sue giocate è facilitato".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche