Atalanta Napoli 1-2: gol e highlights. Decisivo Milik, Ancelotti a -8 dalla Juve

Va alla squadra di Ancelotti il Monday Night della 14^ giornata di Serie A: decisivo il gol nel finale di Milik in campo da 5 minuti. In precedenza il vantaggio di Ruiz era stato vanificato dall'ex Zapata. Tre punti che permettono al Napoli di salire a quota 32 punti, 8 in meno della capolista Juventus

ATALANTA-NAPOLI MINUTO PER MINUTO

LUKA MODRIC VINCE IL PALLONE D'ORO 2018

GRAN GALÀ DEL CALCIO, LA CERIMONIA

ATALANTA-NAPOLI 1-2

2' Ruiz (N), 56' Zapata (A), 86' Milik (N)

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Mancini (89' Tumminello), Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Rigoni (71' Valzania), Zapata. All. Gasperini

Napoli (4-4-2): Ospina; Maksimovic (77' Hysaj), Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Ruiz (77' Zielinski); Mertens (81' Milik), Insigne. All. Ancelotti

Ammoniti: Allan (N), Masiello (A), Mario Rui (N)

1 nuovo post

Atalanta-Napoli 1-2: gol e highlights | Video Sky - Sky Sport HD

video.sky.itVedi il video 'Atalanta-Napoli 1-2: gol e highlights' - Sky Sport HD
- di luca.cassia
 
- di luca.cassia
Una vittoria che proietta il Napoli a quota 32 punti, 8 lunghezze in meno della capolista Juventus. Se gli azzurri occupano il 2° posto in solitaria, l'Atalanta di Gasperini staziona all'11° posto con 18 punti dopo il 2° ko consecutivo
- di luca.cassia
La spuntano gli azzurri di Ancelotti all'Atleti Azzurri d'Italia, tre punti fondamentali nel Monday Night della 14^ giornata di Serie A. Decisivo il gol di Milik all'86' dopo le reti di Fabian Ruiz e dell'ex Zapata
- di luca.cassia
FINISCE QUI A BERGAMO! IL NAPOLI VINCE 2-1 CONTRO L'ATALANTA!
- di luca.cassia
92' - Altra chiusura decisiva di Mario Rui: stavolta è Tumminello a farsi anticipare sul cross di Zapata
- di luca.cassia
90' - Saranno 4 i minuti di recupero a Bergamo
- di luca.cassia
89' - Gasperini si gioca la carta Tumminello: fuori un difensore come Mancini, dentro un attaccante
- di luca.cassia
87' - Insigne sfiora subito il tris, decisivo coi piedi Berisha a negare il 3-1 al Napoli!
- di luca.cassia

Dalla sinistra Mario Rui serve il polacco al centro: controllo e mancino al volo ad alto coefficiente di difficoltà, Berisha in ritardo in uscita. Il Napoli torna in vantaggio nel finale!

- di luca.cassia
86' - NAPOLI IN VANTAGGIO! GOL DI MILIK!
- di luca.cassia
85' - Fondamentale tocco di Allan che toglie il tempo dell'inserimento al Papu Gomez: senza quella deviazione l'argentino si sarebbe involato verso Ospina
- di luca.cassia
83' - Napoli a caccia del nuovo vantaggio come ribadito dalle sostituzioni di Ancelotti: finora ha retto bene la squadra di Gasperini dopo il pareggio di Zapata
- di luca.cassia
81' - Terzo e ultimo cambio per Ancelotti: finisce qui la partita di Mertens e inizia quella di Milik
- di luca.cassia
79' - Fallo tattico di Mario Rui che stende Zapata in ripartenza: inevitabile l'ammonizione di Giacomelli
- di luca.cassia
77' - Ecco i due cambi proposti da Ancelotti: maggiore corsa e freschezza sulle fasce con gli ingressi di Hysaj e Zielinski
- di luca.cassia
76' - Gomez pericolosissimo in area piccola: si oppongono prima Ospina in uscita e poi Maksimovic in chiusura. Sarà corner per la squadra di Gasperini
- di luca.cassia
75' - Pronto un doppio cambio per Ancelotti: dentro Hysaj e Zielinski che prendono il posto di Maksimovic e Ruiz
- di luca.cassia
74' - Ottima trama in profondità di Ruiz a cercare Insigne: tempestiva l'uscita di Berisha
- di luca.cassia
71' - Primo cambio per Gasperini: Valzania prende il posto di Rigoni protagonista di una buona gara
- di luca.cassia

Il Napoli non molla la rincorsa alla Juventus e mantiene vivo il campionato grazie alla prova di forza esibita a Bergamo. Va alla squadra di Ancelotti il Monday Night della 14^ giornata di Serie A, successo maturato in extremis su un campo tradizionalmente ostico per gli azzurri: 2-1 il risultato finale contro l’Atalanta, rincuorata dal provvisorio pareggio dell’ex Zapata prima del definitivo acuto di Milik in campo solo da 5 minuti. Una rete pesantissima quella del polacco, autore di 7 dei suoi 15 gol nella massima serie da subentrato. Prima di lui era arrivata l’ennesima conferma di Fabian Ruiz, un fattore in trasferta con il suo 3° gol lontano dal San Paolo. Il Napoli riscatta il passo falso contro il Chievo e si porta a quota 32 punti, 8 in meno della capolista Juventus. Crolla invece nel finale la squadra di Gasperini che incassa il 2° stop di fila dopo la rimonta targata Empoli.

Reduce dal passo falso contro il Chievo, Ancelotti affronta la delicata trasferta di Bergamo confermando l’undici che ha battuto la Stella Rossa: spazio quindi a Maksimovic e Ruiz come l’intoccabile tandem Mertens-Insigne. Dall’altra parte Gasperini perde Ilicic (squalificato) e Toloi, assenze colmate dagli ingressi di Mancini e Rigoni. Pronti-via e il Napoli sfonda sull’asse Insigne-Ruiz: assist di Lorenzinho per l’ex Betis, libero di segnare sul secondo palo complice l’errata disposizione della difesa nerazzurra. Si conferma un fattore in trasferta lo spagnolo a segno per la terza volta in campionato. L’Atalanta prova a reagire con Gomez e sbatte contro Mario Rui, attento in tre chiusure decisive. Napoli che sfiora il raddoppio con lo stesso Ruiz (male dinanzi a Berisha) e Insigne, fermato dal palo e da una posizione di offside sotto gli occhi del Ct Roberto Mancini. Non basta un attivissimo Zapata per Gasperini, padrone del possesso palla sebbene a rischio sulle ripartenze azzurre: Insigne vicino al bis con un pallonetto a lato, Albiol non inquadra invece lo specchio dagli sviluppi di calcio d’angolo. Dopo l’intervallo sono i bergamaschi a premere sull’acceleratore sfruttando il lavoro di Zapata: Freuler a botta sicura viene vanificato da Albiol, è invece la mira a voltare le spalle a Gomez. È quindi l’ex dell’incontro a mettersi in proprio e punire Ospina da distanza ravvicinata al minuto 56. Insigne impegna Berisha mentre Ancelotti si gioca le carte Zielinski e Milik, cambio quest’ultimo che si rivela decisivo: dopo 5’ dal suo ingresso il polacco raccoglie un invito di Mario Rui e non perdona Berisha. L’ennesimo guizzo da subentrato che può riscrivere il destino di questo campionato.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche