Juventus-Inter, Spalletti: "Livello di cazzimma troppo basso ed errori tecnici: così non vinci allo Stadium"

Serie A
Spalletti, Inter (Getty)

L'allenatore nerazzurro analizza la sconfitta contro la Juventus: "Passare in vantaggio avrebbe potuto fare la differenza, ma siamo stati spesso molto ingenui e abbiamo pagato i troppi errori tecnici. In alcune letture ho visto leggerezza"

INTER-PSV LIVE

CHAMPIONS LIVE: LA DIRETTA GOL

CHAMPIONS, L'INTER SI QUALIFICA SE...

"La partita va giocata in un certo modo e noi non lo abbiamo fatto con sufficiente costanza e continuità. Abbiamo sbagliato a leggere qualche situazione di troppo, un aspetto nel quale la Juventus non sbaglia mai", parole chiare quelle di Luciano Spalletti. Inter battuta per 1-0 dalla Juventus allo Stadium, un ko che l'allenatore nerazzurro analizza così nel post gara: "I bianconero sono bravissimi a portare dalla loro parte certe situazioni, mentre noi siamo stati spesso ingenui. Certo, passare in vantaggio avrebbe potuto fare la differenza, così come l'hanno fatta i nostri troppi errori tecnici che hanno favorito qualche rientro difensivo della Juventus. Non siamo riusciti a essere costanti tutta la partita, poi c'è la leggerezza. A volte – prosegue Spalletti – abbiamo fatto bene, abbiamo fatto più del previsto e questo è un buon segno, ma poi alcune letture individuali sono state approssimative. Non possiamo mai alleggerire l'attenzione, perché quando lo abbiamo fatto abbiamo preso gol".

"Icardi? Meglio di altre volte. Ora non dormirò fino a sabato prossimo…"

L'allenatore dell'Inter si sofferma poi sulla prova di Icardi: "Credo che Mauro abbia fatto quello che doveva, ha corso, anzi se proprio vogliamo dirla tutta penso sia stato più bravo di altre volte a giocare con la squadra. In generale dico che abbiamo giocato un buonissimo calcio, anche se poi si rimane male a perdere certe partite. Prima del gol stavo chiamando Joao Mario perché non si era allineato alla linea difensiva, è questo l'atteggiamento di 'leggerezza' a cui mi riferisco". Spalletti spiega poi così la decisione di sostituire Politano: "Il nostro attaccante doveva stare più basso per prendere Cancelo. Poi da inizio anno si dice che sbaglio le sostituzioni, ma volevo mettere un palleggiatore di maggiore qualità in mezzo al campo. Borja Valero sa quando fare un passaggio, quando tenerla, quando accelerare. Ora non dormirò fino a sabato prossimo…", ha concluso l'allenatore nerazzurro.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche