Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
25 dicembre 2018

Serie A, le probabili formazioni della 18^ giornata

print-icon

Tutte le news sulle probabili formazioni del Boxing Day di Serie A. La Juve va a Bergamo senza Matuidi: panchina per Ronaldo, Pjanic e Bonucci. A Gasperini mancano tre titolari. Nella Samp forfait di Barreto, si fermano anche Klavan (Cagliari), Djidji (Toro) e Falcinelli (Bologna)

INTER-NAPOLI LIVE

ROMA-SASSUOLO LIVE

SERIE A, 18^ GIORNATA LIVE

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Non è la prima volta in assoluto ma sono passati davvero tanti anni dall’ultima volta. La Serie A si prepara per il suo Boxing Day. Si gioca a Santo Stefano e, come è capitato anche nella scorsa giornata di campionato, tutto è concentrato in un unico giorno. Una decina di ore abbondanti da passare con il pallone (magari tra stadio e TV). Come detto, in passato si giocava anche a Natale e Capodanno ma quello di mercoledì sarà ufficialmente il primo FantaBoxing Day.

Siamo nella giornata di mezzo che ‘storicamente’ è quella più complicata. È come se fosse un normale turno infrasettimanale ma dopo la 19ma ci sarà una lunga pausa per recuperare e ciò potrebbe incidere sulle scelte. Detto che ci sono chiaramente impegni più o meno delicati (vedi Inter-Napoli) siamo pronti per darvi tutte le ultime notizie su ballottaggi, scelte definitive e dubbi degli allenatori. Tutto questo grazie al prezioso lavoro degli inviati di Sky Sport.

Ricordiamo che le notizie sono in costante aggiornamento

ATALANTA-JUVENTUS, mercoledì ore 15

Atalanta, fermi Palomino e Toloi. De Roon KO

Il giudice sportivo ha fermato per una giornata sia Palomino che Toloi mentre De Roon, uscito dopo pochissimi minuti a Genova, è ai box e non sarà disponibile (distorsione al ginocchio). In difesa, assieme a Masiello, ci saranno Djimsiti e Mancini. A centrocampo Pessina si gioca il posto con Pasalic per sostituire De Roon, infortunato. In attacco confermati Zapata e il Papu Gomez supportati da Ilicic.

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Mancini, Djimsiti, Masiello; Hateboer, Pasalic, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic, Zapata.

Juventus, Ronaldo riposa! Matuidi ha la febbre: non convocato

Contro la Roma aveva giocato. Restavano due gare per vedere un Ronaldo a riposo. Allegri ha deciso: il portoghese avrà un turno per rifiatare proprio contro l'Atalanta. Ecco quindi che insieme a Dybala e Mandzukic in avanti ci sarà Douglas Costa, considerato che Bernardeschi è stato messo ko da un risentimento muscolare. Ma CR7 non sarà il solo 'titolare' inamovibile a riposare, perché sia in difesa che a centrocampo Allegri ha deciso di dare un turno di riposo a un proprio big. Dietro infatti non ci sarà Bonucci, il cui posto al centro della difesa verrà preso da Rugani e non da Benatia. In mezzo al campo, invece, si accomoderà inizialmente in panchina Pjanic: al posto del bosniaco il regista sarà Emre Can con Bentancur e il recuperato Khedira. Matuidi fermato dalla febbre: non convocato.

Juventus (4-3-2-1): Szczesny; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Emre Can, Bentancur; Douglas Costa, Dybala; Mandzukic.

BOLOGNA-LAZIO, mercoledì ore 15

Bologna, Falcinelli non convocato

Qualche cambio in vista per Pippo Inzaghi che però, con tutta probabilità, confermerà in blocco il trio difensivo. In mediana recuperati Pulgar e Poli (convocati) ma entrambi difficilmente in campo dal 1'. Spazio quindi ancora a Nagy con ballottaggio Dzemaili-Orsolini per il ruolo di interno destro. In attacco c’è sempre la tentazione Destro. Inzaghi, lo ricordiamo, ha più volte sottolineato di non vedere compatibili Destro e Santander insieme. Occhio anche a Palacio: tre gare in una settimana potrebbero essere troppe.

Bologna (3-5-2): Skorupski; Calabresi, Danilo, Helander; Mattiello, Dzemaili, Nagy, Svanberg, Krejci; Santander, Palacio.

Lazio, Leiva torna dal 1’

Dopo essere subentrato a gara in corso contro il Cagliari, Lucas Leiva è pronto a riprendersi le chiavi del centrocampo laziale. In difesa si giocano una maglia Luiz Felipe, Bastos e Wallace con quest'ultimo in vantaggio. Sulle corsie esterne di centrocampo possibile qualche cambiamento con Lukaku che potrebbe far rifiatare Lulic e con Patric che si candida come vice Marusic. Luis Alberto gioca. C'è anche l'opzione Correa: in questo caso Luis Alberto farebbe la mezzala, mandando in panchina uno tra Parolo e Milinkovic-Savic. Out Durmisi e Berisha.

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto; Immobile.

CAGLIARI-GENOA, mercoledì ore 15

Cagliari, Pavoletti rientra. Si ferma Klavan

Leonardo Pavoletti è pronto per la sfida contro la sua ex. In attacco avrà come compagno di reparto Joao Pedro. Barella invece agirà da trequartista. In difesa rientrano Srna e Ceppitelli dopo aver scontato le due giornate di squalifica. Entrambi saranno titolari. Klavan non convocato, gioca Romagna. In regia il ballottaggio Cigarini-Bradaric dovrebbe premiare il primo.

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Srna, Ceppitelli, Romagna, Padoin; Faragò, Cigarini, Ionita; Barella; Joao Pedro, Pavoletti.

Genoa, Sandro favorito su Veloso. Ma occhio a Rolon...

Cesare Prandelli ha elogiato i suoi dopo la vittoria di sabato scorso. Molti giocatori stanno dando risposte importanti e l’ex CT azzurro vorrebbe cambiare il meno possibile ma il solito dubbio Sandro o Miguel Veloso potrebbe coinvolgere un nuovo protagonista: Rolon infatti sta avendo sempre più minutaggio e non è escluso che Prandelli decida di dargli una chance dall’inizio. La coppia d'attacco non si tocca: Kouame-Piatek.

Genoa (3-5-2): Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Romulo, Hiljemark, Sandro, Bessa, Lazovic; Piatek, Kouame.

FIORENTINA-PARMA, mercoledì ore 15

Fiorentina, Pioli con un paio di ballottaggi

La difesa della Fiorentina pare non subire per nulla il ‘peso’ delle gare ravvicinate: contro il Parma spazio ai soliti noti là dietro. Piuttosto: i dubbi di Pioli riguardano Gerson e Mirallas che dovrebbero partire titolari ma fino all'ultimo ci lasceranno con il dubbio. Edimilson è partito dall’inizio contro il Milan, Pjaca è subentrato (e Mirallas non è stato brillantissimo). Tutto porta a pensare che il belga si possa guadagnare la conferma ma c’è sempre anche la terza soluzione: tenere Edimilson in mediana e alzare Gerson nel tridente. Eysseric non convocato.

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Hugo, Biraghi; Gerson, Veretout, Benassi; Chiesa, Simeone, Mirallas.

Parma, Gobbi e Stulac le possibili novità

Con la squalifica di Bruno Alves, Gagliolo tornerà a fare il centrale di difesa con Gobbi che presidierà la corsia sinistra. L’ex Chievo è infatti favorito su un Dimarco che è reduce da uno stop muscolare. In mediana uno tra Scozzarella e Rigoni potrebbe riposare con Stulac (capace di ricoprire entrambi i ruoli) pronto a riprendere posto nella formazione titolare. Davanti Biabiany chiede spazio dopo la panchina di sabato scorso.

Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bastoni, Gagliolo, Gobbi; Barillà, Stulac, Rigoni; Gervinho, Inglese, Siligardi.

SAMPDORIA-CHIEVO, mercoledì ore 15

Samp, Barreto non ce la fa. Turnover in vista per Giampaolo

La doppietta velocissima da subentrato permette a Caprari di essere largamente favorito su Defrel. C’è anche una remota possibilità che i due giochino insieme con conseguente riposo di Quagliarella. In difesa ci sarà ancora Sala mentre Colley punta a scalzare Tonelli. Jankto e Saponara le altre due idee di rotazione di Giampaolo. Barreto non convocato.

Samp (4-3-1-2): Audero; Sala, Colley, Andersen, Murru; Praet, Ekdal, Linetty; Saponara; Caprari, Quagliarella.

Chievo, torna Radovanovic ma si ferma Birsa

Con il ritorno dalla squalifica di Radovanovic e con un po’ di partite già alle spalle, può prendere forma il Chievo definitivo che ha in mente in tecnico. Possibile difesa a tre con Depaoli alto. Hetemaj e Radovanovic saranno i centrali di centrocampo mentre Birsa non ci sarà visto che si è fermato in allenamento e non rientra nella lista dei convocati. L’altra soluzione prevede un 4-4-2 con Giaccherini largo a destra. Davanti ballottaggio Stepinski-Meggiorini.

Chievo (3-4-1-2): Sorrentino; Bani, Rossettini, Barba; Depaoli, Hetemaj, Radovanovic, Kiyine; Giaccherini; Pellissier, Meggiorini.

ROMA-SASSUOLO, mercoledì ore 18

Roma, tanti ritorni. E se toccasse (anche) a Perotti?

Di Francesco spera che l’infermeria si svuoti. Lorenzo Pellegrini andrà in panchina e anche El Shaarawy, che è tornato in gruppo, punta alla convocazione. Nel 4-2-3-1 giallorosso Schick sembra poter scalzare Dzeko dal 1'. Sarà supportato da Under, Zaniolo e Perotti: quest'ultimo è in ballottaggio con Kluivert. Florenzi invece tornerà esterno basso. In difesa Fazio sorpassa Juan Jesus.

Roma (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nzonzi, Cristante; Under, Zaniolo, Perotti; Schick.

Sassuolo, linea a 3 quasi obbligata

Con Rogerio squalificato, De Zerbi dovrebbe optare per un 3-5-2 con Di Francesco largo a sinistra. Spazio quindi a Magnani che sarà affiancato da Marlon e Ferrari. In caso di difesa a 4 dentro Peluso. Djuricic rientra dalla squalifica e potrebbe avere una chance dall’inizio. Brignola, dopo il gol di sabato, spera in una promozione che però, al momento, resta molto difficile.

Sassuolo (3-5-2): Consigli; Marlon, Magnani, Ferrari; Lirola, Bourabia, Magnanelli, Sensi, Di Francesco; Berardi, Babacar.  

SPAL-UDINESE, mercoledì ore 18

Spal, Kurtic out ma Missiroli è convocato

Solito ballottaggio in difesa. Nell’ultimo turno è rimasto a riposo Felipe che però dovrebbe riprendere posto nella linea a tre. Bonifazi se la gioca quindi con Cionek. A centrocampo Missiroli torna a disposizione ma mancherà per squalifica Kurtic. Se Missiroli non dovesse partire titolare, Schiattarella agirebbe da interno con Valdifiori e Valoti titolari a completare il pacchetto mediano. Davanti Floccari pare favorito su Antenucci.

Spal (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Schiattarella, Valdifiori, Valoti, Fares; Floccari, Petagna. 

Udinese, Opoku o Ter Avest?

Tra i bianconeri mancherà Behrami, fermato dal giudice sportivo. Con Mandragora e Fofana ci sarà un De Paul che quindi sarà leggermente arretrato rispetto al solito. Attenzione però alla possibile titolarità di Barak che non modificherebbe la posizione dell’argentino. In difesa prova a scalare le gerarchie Opoku. Se dovesse giocare lui, Larsen avanzerebbe in mediana con Ter Avest in panchina.

Udinese (3-5-2): Musso; Stryger, Troost-Ekong, Nuytinck; Ter Avest, Fofana, De Paul, Mandragora, D'Alessandro; Pussetto, Lasagna.

TORINO-EMPOLI, mercoledì ore 18

Torino, ancora out Sirigu

Slitta ancora il rientro di Sirigu. In porta confermato quindi Ichazo. In attacco ci sarà Belotti che molto probabilmente avrà Zaza come compagno di reparto. Iago Falque quindi si accomoderà in panchina. De Silvestri spera di superare Ola Aina ma quest'ultimo resta favorito. Sull'altro versanto molto difficile che Berenguer possa insidiare Ansaldi.

Torino (3-5-2): Ichazo; Izzo, Nkoulou, Moretti; Ola Aina, Meité, Rincon, Baselli, Ansaldi; Zaza, Belotti.

Empoli, si torna al solito schieramento

Con il rientro di Krunic, che ha scontato la giornata di squalifica, Iachini dovrebbe riproporre la stessa formazione con la quale aveva iniziato la sua avventura in toscana. 3-5-2 con La Gumina e Caputo in attacco e con Pasqual che, salvo sorprese, sarà confermato. Dopo la titolarità di settimana scorsa, Rasmussen pare destinato a tornare a partire dalla panchina.

Empoli (3-5-2): Provedel; Veseli, Silvestre, Maietta; Di Lorenzo, Traore, Bennacer, Krunic, Pasqual; La Gumina, Caputo.

INTER-NAPOLI, mercoledì ore 20:30

Inter, tornano Vecino e Asamoah

La rete contro il Chievo vale a Ivan Perisic la conferma nell’XI titolare. Difficile che Keita possa ritagliarsi uno spazio da inizio gara. Dietro a Mauro Icardi non ci sarà, come noto, Radja Nainggolan messo in punizione dalla società. Davanti alla difesa spazio a Vecino mentre sulla corsia sinistra in difesa si rivedrà Asamoah che rientra dalla squalifica.

Inter (4-3-3): Handanovic; Vrsaljko, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic, Joao Mario; Politano, Icardi, Perisic.

Napoli, torna Allan. Milik scavalca Mertens

Tra i vari ballottaggi in casa Napoli, c’è da risolvere quello relativo al terzino destro. Nelle gare importanti di Champions ha sempre giocato Maksimovic, ma Hysaj resta un’opzione percorribile. Sull'altra fascia è pronto Mario Rui. In mezzo, come anticipato giorni fa da Ancelotti, recuperato Allan che sarà titolare. Sulla corsia sinistra favorito Fabian Ruiz. In attacco è un continuo sorpasso e controsorpasso. Al momento Milik è favorito su Mertens per affiacnare Insigne.

Napoli (4-4-2): Ospina; Maksimovic, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Ruiz; Milik, Insigne.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi