Milan, Suso: "Questo club deve stare sempre in Champions. Rinnovo? Qui sto benissimo"

Serie A

Il fantasista spagnolo in esclusiva a Sky Sport: "Non siamo partiti nel migliore dei modi, ma ora siamo in un buon momento e abbiamo superato bene anche un periodo con tanti infortuni. Gattuso è importantissimo per noi, è stato bravissimo ad affrontare tante difficoltà. Il Milan è una società che deve stare in Champions, per noi è più un obiettivo che un sogno. Rinnovo? Qui sto benissimo"

SERIE A LIVE, LE ULTIME NEWS

LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 23^ GIORNATA

MILAN-CAGLIARI, LE PROBABILI FORMAZIONI

MILAN: CALENDARIO - RISULTATI - NEWS

Quarto posto in campionato e semifinale di Coppa Italia conquistata grazie alla grande vittoria sul Napoli: il Milan lotta su due fronti in questa seconda parte di stagione. Perso Higuain a gennaio, i rossoneri hanno trovato i gol di Piatek e puntano sulle giocate di Suso. Proprio lo spagnolo ha parlato del momento del Milan, in un'intervista esclusiva ai microfoni di Sky Sport.

"Stiamo attraversando un momento molto buono. Magari non abbiamo iniziato al meglio, ma abbiamo reagito benissimo ai tanti infortuni. Tutte le squadre vanno in difficoltà quando perdono tanti calciatori, ma noi abbiamo ottenuto anche vittorie importanti in quel periodo della stagione".

Quanto è stato importante per te Gattuso?
"L'allenatore è molto importante per questa squadra, mi ha dato tanto e anche io ho dato tanto a lui. Ci sono stati dei momenti di difficoltà con tanti infortunati, ma lui è riuscito a mantenere il livello della squadra sempre molto alto. Poi non bisogna dimenticare il cambio di proprietà: magari noi non ci pensiamo tanto, ma non è bello quando una società cambia proprietà tre volte perché c'è poca stabilità".

Spesso l'allenatore ti dà anche compiti difensivi...
"L'ho detto a Gattuso, io e Calhanoglu a volte ci troviamo a fare i terzini. Ma dipende dalle partite e dai momenti, in questa fase non dobbiamo perdere e se non riusciamo a non prendere gol, noi almeno uno lo facciamo. Magari, in queste ultime partite, il gioco non è così bello come prima, ma siamo molto competitivi. Siamo compatti, uniti e questo fa la differenza contro le grandi squadre".

Qual è il vostro obiettivo?
"Il Milan deve stare sempre in Champions, quando parli di questa società pensi alla Champions. È più un obiettivo che un sogno, la storia dice che questa società deve giocare questa coppa".

Ti aspettavi di diventare un elemento così importante per questa squadra?
"Sin dall'inizio ho desiderato essere un calciatore importante per questo club, il Milan ha avuto tanti giocatori importanti. Mi è sempre piaciuto Kaka, ricordo quel gol contro il Manchester quando si portò avanti la palla con la testa. Ricordo che guardavo la partita a casa con mio papà".

Come si è ambientato Piatek?
"Ogni calciatore che arriva viene accolto benissimo al Milan, anche chi gioca meno. Credo che lui possa fare benissimo con questa maglia. Paquetà e Piatek sono grandissimi calciatori, ci aiuteranno tanto. Ma bisogna andarci piano, tanti giocatori hanno fatto bene all'inizio e poi sono calati".

Sei tornato al top della forma dopo l'infortunio?
"Non sono ancora al 100%, da un mese sono rientrato e sto migliorando. Non sento più fastidio, ma sto tornando".

Rinnovo e clausola. Ci aggiorni sul tuo futuro?
"Io ho sempre detto che sto molto bene al Milan, qui sono molto contento. E' vero che ci sono stati i primi contatti per il rinnovo e ci saranno anche altri. E' una cosa però di cui si occupa il mio agente. Io ho sempre detto che sto benissimo qui e sono molto felice. Ho sempre dato tutto e continuerò a dare tutto per questa società".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche