Milan-Inter, Conte: "Vittoria meritata, abbiamo alzato il livello"

Serie A

L'allenatore nerazzurro dopo il successo nel derby: "Vittoria importante e meritata, in una partita speciale come il derby. Venivamo da una prestazione deludente in Champions League, questa ci ha dato ancora più carica. Abbiamo alzato il livello, sono fiducioso. Lukaku è giovane, può migliorare. Con Brozovic solo un chiarimento verbale, questo è un gruppo sano"

LIVE: LECCE-NAPOLI - BOLOGNA-ROMA - SAMP-TORINO

LUKAKU: "CONTE FONDAMENTALE. SCUDETTO? NON PARLIAMO"

MILAN-INTER 0-2: GOL E HIGHLIGHTS

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Quattro su quattro per l'Inter, che vince anche il derby e resta al primo posto a punteggio pieno. Brozovic e Lukaku regalano una gioia ai tifosi nerazzurri, riscattando così il deludente pareggio all'esordio in Champions League contro lo Slavia Praga. Queste la parole di Antonio Conte: "Iniziamo dicendo che era un derby, sempre una partita speciale e difficile soprattutto contro una squadra titolata come il Milan. Da parte nostra c'è grande soddisfazione, i ragazzi hanno disputato una grande partita sotto tutti i punti di vista. Abbiamo giocato con intensità e personalità. Venivamo da una prestazione che ci ha lasciato un po' di amaro in bocca in Champions League, ma questa ci ha dato ancora più carica per affrontare il derby nel migliore dei modi. È stata una vittoria meritata, sono contento per i ragazzi e per i tifosi. Abbiamo lavorato tanto in 2 mesi, nonostante un via vai di calciatori che ci ha penalizzato. Ma c'è un'idea, penso si sia vista. Ci sono ancora margini di crescita, dobbiamo migliorare ma vedo il bicchiere mezzo pieno perché abbiamo alzato il livello. Primo posto? Ai ragazzi avevo detto che l'unico modo per difenderlo era vincere il derby. Ma bisogna stare attenti, due anni fa l'Inter era in testa. Quindi testa bassa e pedalare".

"Lukaku può migliorare. Con Brozovic solo un chiarimento verbale"

"Lukaku? Può dare molto di più – prosegue - È un ragazzo di 26 anni arrivato qui grazie alle sue potenzialità, se lavorato bene è un calciatore molto importante. Ma abbiamo tanti ragazzi giovani, anche Lautaro Martinez ha solo 22 anni. Tramite il lavoro devo migliorare i miei calciatori, l'importante è che da parte loro ci sia grande disponibilità, cosa che mi stanno dando. Ecco perché sono contento per il risultato del derby e per l'inizio di campionato, meno per l'esordio in Champions. Pace con Brozovic? Non c'è stato nessuno scontro, solo un chiarimento verbale. E poi dico: averne di questi problemi. A volte sono fin troppo bravi, in campo invece bisogna essere più smaliziati. Questo è un gruppo sano, che ha voglia. Se a volte accade questo ben venga, significa che c'è sangue e voglia di migliorare. Tante volte mi è capitato di litigare con un compagno, la sera poi ero a cena con lui".

I più letti