Inter, Lautaro Martinez: "Con Conte nuova mentalità. La maglia di Messi? L'ho presa così"

Serie A

L'attaccante argentino, intervistato in esclusiva da Sky, ha elogiato l'arrivo dell'ex allenatore del Chelsea sulla panchina nerazzurra e ha commentato la cocente sconfitta di Barcellona: "Abbiamo imparato molto, non faremo gli stessi errori"

INTER-JUVE, AFFLUENZA E INCASSI DA RECORD

BARCELLONA-INTER 2-1: GOL E HIGHLIGHTS

TUTTI VOGLIONO LA MAGLIA DI MESSI: LA SPUNTA LAUTARO

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Lautaro Martinez, dopo esser stato il migliore in campo dell'Inter nella partita contro il Barcellona, vuole prendersi la ribalta anche nel derby d'Italia contro la Juventus. L'attaccante argentino, in esclusiva ai microfoni di Sky, ha parlato del suo momento personale e di quello della squadra, soffermandosi soprattutto su quanto abbia finora portato Antonio Conte nell'ambiente nerazzurro. Senza dimenticare quanto successo a Barcellona, sia durante che dopo la partita:

"Sei tu che hai chiesto la maglia a Messi o lui a te?
La maglia gliel’avevo chiesta io già prima, adesso sta a casa e sono felice

Come nasce questo bel rapporto con Messi? Ti fa piacere che si dica che lui ti voglia a Barcellona in futuro?
In Nazionale è molto attento, si stanno inserendo tanti giocatori nuovi e lui si dimostra molto disponibile con tutti.

Ti vuole a Barcellona?
Io penso a giocare per l’Inter. Giocare già con lui in Nazionale è un sogno. 

Dopo la partita del Camp Nou che Inter giocherà con la Juve? Arrabbiata, più convinta? Cosa vi ha insegnato il Camp Nou?
Abbiamo imparato molto. Abbiamo giocato con carattere, è stato importante, non abbiamo vinto per errori nostri altrimenti non avremmo perso. Abbiamo rivisto gli errori per migliorare e correggerli, ma abbiamo un allenatore attento che lavora molto proprio per questo, per aiutarci a crescere.

Conte ha sempre detto che sei un tipo di giocatore che lui apprezza, tu come ti trovi con lui e che cos’ha di speciale?
Già quando ero in Coppa America mi ha chiamato per dirmi che non vedeva l’ora di allenarmi e l’ha dimostrato poi quando sono arrivato. Mi piace e lo apprezzo molto.

Meglio la coppia Lautaro-Lukaku o Ronaldo-Higuain?La Juve ha tanti giocatori importanti. Sarà un’altra partita importante come mercoledì, dobbiamo recuperare energie e poi il mister penserà a quale formazione schierare.

Dopo Messi, CR7 vi spaventa? Conosciamo la classe di Cristiano Ronaldo. Proveremo a fermarlo, affrontiamo un giocatore fortissimo, sappiamo quanta classe e qualità possiede.

Vi sentite pronti per vincere lo scudetto?
Pensiamo di partita in partita. La mentalità quest’anno è cambiata sia grazie al nuovo allenatore che ai cambiamenti avvenuti in società.

Dopo l’esperienza dell’anno scorso, sei cresciuto molto: tripletta in nazionale, primo gol in Champions. Senti che è il momento di dimostrare qual è il vero Lautaro?
L’anno scorso speravo di giocare un pochino di più dopo essermi ambientato all’inizio. Quest’anno ho iniziato molto bene in nazionale e devo continuare così. Abbiamo un allenatore che ci chiede molto in ogni allenamento e ci sprona a dare sempre di più.

Curiosità: mentre tu hai segnato il tuo primo gol in Champions, Icardi ha segnato il primo gol al Psg. Vi state sentendo ora che lui è a Parigi? Ti dispiace sia andato via?
C’era un problema tra lui e la società.  Aveva bisogno di giocare e sono contento abbia segnato, lo sento ancora come altri e sono felice per lui perché mi ha aiutato molto lo scorso anno quando sono arrivato

La prossima settimana ci sarà il derby femminile. Ti interessa? Guarderai la partita?
Sarà una sfida interessante. Il derby è sempre speciale da giocare. Faccio un grosso in bocca al lupo alle ragazze".

I più letti