Totti: "Roma tra le prime quattro, Conte valore aggiunto"

Serie A

L’ex capitano e dirigente giallorosso ha parlato della corsa allo scudetto e alla Champions League: "Juve e Inter possono arrivare fino in fondo, il Napoli si riprenderà. La Roma ha un grande allenatore, merita di stare tra le prime quattro"

Francesco Totti non fa parte più della Roma, ma naturalmente non può non rimanervi legato. L’ex capitano e dirigente giallorosso ha assistito alla sfida con l’Inter ed è stato intervistato da Sky Sport: "È stata una bellissima partita combattuta, la Roma è andata a viso aperto e senza paura e ha preso un punto sul campo della capolista. Può finire tra le prime quattro, può e deve lottare per la Champions. Ha un grande allenatore come Fonseca che sta capendo che vuol dire il campionato italiano con un organico forte. I tifosi vogliono e meritano questo, la Roma è giusto che stia tra le prime quattro". In quella zona di classifica manca il Napoli, che avrebbe dovuto competere per lo scudetto e invece è fuori anche dall’Europa League al momento: "Non avrei mai pensato che fosse così dietro la vetta, per me è sempre stata una squadra tra le prime tre insieme a Juve e Inter, con cui ha fatto un campionato a parte. Con l'organico e l'allenatore che ha, penso che possa risollevarsi e tornare ai livelli che tutti si aspettano".

La lotta scudetto

La rincorsa della Juventus alla Champions League potrebbe distogliere energie dei bianconeri dalla corsa scudetto. "Penso che l'obiettivo principale sia la Champioins dopo otto anni di vittorie in Italia, quest'anno c'è l'Inter che dà filo da torcere, una squadra rognosa con un allenatore top che vuole vincere a tutti i costi e che oggi vuole vincere a tutti i costi. Ma penso che comunque alla fine la Juve farà lo scatto decisivo quando ci sarà da spingere sull'acceleratore.  I nerazzurri possono vincere lo scudetto e fare bene. Juve e Inter sono le due squadre che possono arrivare fino in fondo. Conte è quel valore aggiunto, un allenatore che trasmette tanto, alla società e alla squadra. Ha confermato quello che ho sempre detto sul fatto che l'ho cercato per portarlo a Roma" ha concluso Totti. 

I più letti