Probabili formazioni Serie A della 26^ giornata: ultime news dai campi

Serie A
©Getty

Tutte le ultime sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky Sport. Si giocano i recuperi della 26^ giornata: Juve con De Ligt favorito e Cuadrado nel tridente. Conte recupera Handanovic, Eriksen verso la panchina. Pioli ritrova Kjaer ma arrivano brutte notizie da Donnarumma. Genoa con tre candidati per un posto in attacco. Samp con Yoshida, Hellas senza Borini e Faraoni

PARMA-SPAL LIVE

L’intesa sulle date dei recuperi è arrivata e in questo weekend proseguirà la 26^ giornata di campionato con lo svolgimento delle gare rinviate settimana scorsa. Squadre un po’ stressate ma tutto sommato più riposate con gli allenatori che hanno potuto anche recuperare qualche elemento della rosa. Per tutti i fantallenatori di Superscudetto, ecco cosa succede con pagelle e punteggi dei recuperi: per far fronte a una situazione di iniziale incertezza sulle date dei recuperi, l’organizzazione di Superscudetto ha stabilito di far fede a quanto dichiarato durante il periodo di apertura del mercato. Saranno pertanto considerati validi ai fini della classifica e del concorso i voti attribuiti alle 4 partite giocate regolarmente e ai giocatori delle 6 partite posticipate verranno attribuiti come da regolamento voti d’ufficio (6 per i giocatori di movimento, 5 per i portieri). Questo perché molti fantallenatori avranno operato scelte forzate al momento di stilare la propria formazione dato che l’iniziale rinvio delle gare era stato stabilito al 13/5. Ulteriore specifica: per leghe private che avessero regole differenti, le pagelle delle 6 gare di questo weekend saranno regolarmente compilate e pubblicate ma non varranno per il concorso generale di Superscudetto.

Ecco invece una panoramica sulle probabili formazioni di questo turno con le notizie che ci riportano gli inviati di Sky Sport.

PARMA-SPAL, domenica ore 12:30

Parma, Darmian e Kucka titolari

Settimana scorsa c’erano un bel po’ di punti di domanda sulla formazione che avrebbe mandato in campo D’Aversa. Con Darmian non al meglio e Kucka bloccato e con Kulusevski che poteva rappresentare un cambio forzato. Oggi invece, nonostante la lunga lista d’indisponibili, è un Parma più ‘sicuro’ a livello di XI titolare. Darmian non preoccupa più mentre Kucka è recuperato. Nessun dubbio neppure sull’impiego di Kulusevski con Kurtic che torna in mediana.

Spal, out Dabo e Di Francesco

Gigi Di Biagio pare orientato a schierare i suoi con un 4-3-1-2 con Valoti trequartista alle spalle di Petagna e… ecco, qui arriva il primo dubbio di formazione. Federico Di Francesco, al pari di Dabo ha svolto lavoro differenziato mentre Cerri è sulla via del recupero. Al momento l’indiziato numero uno per un posto in attacco è Floccari ma non sono escluse sorprese. A sinistra duello Fares-Reca mentre poco o nulla dovrebbe cambiare nella linea a tre di centrocampo. Con il completo recupero di Vicari aumentano le possibili accoppiate difensive.

MILAN-GENOA, domenica ore 15

Milan, Gigio sempre a parte. Kjaer c’è

Anche Pioli rientra in quel gruppetto di allenatori che sono riusciti a recuperare uomini in tempo utile. In questo caso parliamo di Simon Kjaer che settimana scorsa era ai box ma che contro il Genoa sarà della partita. Lo stesso non si può dire per Gigio Donnarumma che si allena sempre a parte. Begovic quindi viaggia verso la sua prima maglia da titolare. Conti-Calabria è il duello sulla corsia destra, per il resto sarà il ‘solito’ Milan.

Genoa, in attacco è triplo ballottaggio

In casa rossoblù Sturaro torna a disposizione dopo un leggero affaticamento. Al momento però non c’è il centrocampista sanremese nei piani di battaglia di Davide Nicola. Nel 3-5-2 anti Milan, c’è un ballottaggio che potrebbe apparire strano: quello tra Romero e Ankersen. Nel caso dovesse giocare Romero, Biraschi verrebbe dirottato al posto di Ankersen. Ecco quindi spiegato il mistero. In attacco invece Sanabria pare essere sicuro del posto. Per l’altra maglia ci sono, in ordine di possibili chance da titolari, Pinamonti, Pandev e Iago Falque. In mediana invece favoriti Cassata e Behrami al fianco di Schone.

SAMPDORIA-VERONA, domenica ore 15

Sampdoria, a destra favorito Linetty. Yoshida titolare

Sempre assenti in casa Samp gli squalificati Ramirez e Murru. Cambia quindi il sistema di gioco blucerchiato che passerà a un 4-4-2 senza trequartista. Davanti pochi dubbi: agiranno Quagliarella e Gabbiadini mentre in mediana è tornato a lavorare in gruppo Linetty. E’ lui il favorito per un posto a destra ma Jankto (e anche un po’ Maroni) spera di sovvertire i pronostici della vigilia. Dietro è testa a testa tra Tonelli e Colley, mentre Yoshida partirà in campo dal 1'.

Verona, Borini fermo un mese

Non è ancora guarita la lesione al muscolo retto femorale di Fabio Borini. L’attaccante sembrava sulla via del recupero e invece dovrà restare ai box per almeno un mese. Stesso lasso temporale di riposo che dovrà osservare Faraoni. A destra quindi ci sarà Adjapong. In mezzo squalificato Veloso, gioca un Pessina arretrato. In attacco è duello Stepinski-Di Carmine ma occhio al recupero di Pazzini (anche se non è ancora al 100%) e di Salcedo.

UDINESE-FIORENTINA, sabato ore 18

Udinese, recuperato De Maio

La pausa forzata di settimana scorsa ha permesso a Luca Gotti di recuperare De Maio. L’unico ancora non in condizione è Prodl. Samir e De Maio sono stati provati in amichevole ma devono chiaramente ritrovare forma e minuti. Ecco perché c’è sempre Becao favorito in difesa. A centrocampo cerca spazio Jajalo che può entrare in ballottaggio sia con Mandragora che con Fofana mentre in attacco sicurissimo Okaka. Lasagna ha lavorato a parte e ad oggi il favorito è Nestorovski.

Fiorentina, Igor titolare. Ribery tornato in gruppo

Un cambio forzato per l’XI titolare viola. Il giudice sportivo ha fermato per un turno Dalbert e quindi Igor scalda i motori. Sarà lui, con tutta probabilità a rimpiazzare l’ex interista. Le alternative però non mancano: Venuti è la seconda opzione mentre è più improbabile vedere i viola con un 3-4-3. In mezzo al campo c’è il duello Badelj-Pulgar mentre in attacco Cutrone prova a spodestare Vlahovic. Una buona notizia dal profilo Twitter viola: Franck Ribery è tornato a lavorare con il gruppo. 

JUVENTUS-INTER, domenica ore 20:45

Juventus, Chiellini recupera ma De Ligt è in vantaggio

Al momento sembrano esserci davvero pochi dubbi sulla formazione che Sarri schiererà domenica sera ma l’XI titolare non è certo sicuro al 100%. Da quel che filtra, sarà ancora Higuain ad accomodarsi in panchina. Nel tridente saranno in campo dall’inizio CR7, Dybala e Cuadrado. In mediana Matuidi e Bentancur sono in pole. Unico piccolo dubbio in difesa. Chiellini sta recuperando da un affaticamento muscolare. Sarri conta di averlo a disposizione per domenica ma il favorito accanto a Bonucci è ad oggi De Ligt.

Inter, Handanovic e Gagliardini a disposizione

Dopo un mese e mezzo di assenza, è pronto a tornare tra i pali della porta nerazzurra capitan Handanovic. Il portiere sloveno ha recuperato e non ci sembrano essere preoccupazioni di sorta sulla sua condizione. Conte riabbraccia anche Gagliardini che partirà dalla panchina. Ai box Moses (risentimento muscolare) e Sensi che non dovrebbe essere rischiato per poi averlo pronto per gli impegni futuri. In difesa Godin in vantaggio su Bastoni. Stesso discorso per Candreva, che battaglia con D'Ambrosio. Eriksen viaggia verso un posto in panchina. Davanti Lautaro e Lukaku.

SASSUOLO-BRESCIA, lunedì ore 18.30

Sassuolo, Defrel torna… in panchina

De Zerbi avrà solo due assenti contro il Brescia: restano indisponibili Traoré e Tripaldelli con Obiang che si gioca una maglia da titolare con Magnanelli con quest’ultimo però che parte in leggero vantaggio. Altro duello è quello tra Marlon e Romagna con l’azzurro in pole. Gregoire Defrel ha recuperato dal piccolo problema avuto e sarà convocato (ma con pochissime chance di titolarità).

Brescia, due ballottaggi per Diego Lopez

Nel Brescia c’è Mateju squalificato ma il pieno recupero di Cistana non complica i piani difensivi di Diego Lopez. Linea a 4 fatta e finita con Sabelli da una parte e Martella dall’altra. Gli unici dubbi di formazione riguardano la ‘parte alta’ del 4-3-1-2 del Brescia. Sulla trequarti c’è Skrabb che battaglia per un posto con Zmrhal ed è quest'ultimo il favorito. Al fianco di Mario Balotelli invece è lotta tra Ayé e Torregrossa ma con il secondo al 100%, la scelta dovrebbe ricadere sull’azzurro.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche