Verona, Silvestri a Sky: "Videogiochi e programmazione, ma il campo manca"

Serie A

Il portiere del Verona in esclusiva a Sky Sport: "Mi manca troppo il campo, ma finalmente siamo pronti a ripartire". Sui giorni trascorsi in quarantena: "Sono un super appassionato di videogiochi e in questi giorni ho iniziato un corso di programmazione"

CORONAVIRUS: AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

"Sto bene, ma diciamo che questa quarantena sta iniziando a essere abbastanza lunga. Sappiamo benissimo però che non è un castigo bensì una necessità quella di non uscire o di farlo solo per lo stretto necessario, poi è ovvio che siamo in attesa di ripartire come tutto il resto d'Italia". Parla così Marco Silvestri, portiere classe 1991 del Verona, in un’intervista concessa a Sky Sport. Il numero uno gialloblù non nasconde il suo forte desiderio di tornare presto in campo: "Il calcio è un’azienda come tantissime altre in Italia e hanno tutte bisogno di ripartire il prima possibile, ma ovviamente ci dovranno essere le giuste condizioni ambientali per farlo. Il campo inizia a mancarmi molto, mi manca proprio il profumo dell’erba quando mi tuffo a terra. Però dai ormai ci siamo, il peggio penso che sia passato", le parole di Silvestri.

 

Preferisci il soprannome "gatto" o "hero"?

"Gatto, in Italia sono sempre stato chiamato così. Hero è una cosa nata in Inghilterra. A me è sempre piaciuto gatto, anche per via del gatto Silvestro, visto che il mio cognome è molto simile. Poi mi si addiceva perché fino a 16/17 anni ero proprio piccolino a livello fisico però ero molto agile, perciò da lì… Gatto Silvestri"

 

Che cosa rappresenta Verona, questa maglia e questa città per te?

"Sono innamorato di Verona, città meravigliosa, mi piace moltissimo vivere qui. Invece l’Hellas è una società che ho sempre avuto nel cuore, visto che ci sono arrivato da un anno al Leeds dove giocavo poco e mi è stata data fiducia"

 

Sei appassionato di informatica e giochi, hai una postazione ipertecnologica…

"È vero, ho una postazione molto particolare che è un regalo che mi sono fatto dopo la promozione dello scorso anno: non se ne vedono molte di postazioni così in giro, mi piace provare tanti giochi, non solo quelli commerciali. Mi piace capire come funzionano e durante questa quarantena ho iniziato a fare un corso di programmazione: mi piace molto, anche se è un po’ complicato partire da zero, però spero di imparare qualcosa"

 

A che gioco sfideresti i tuoi tre portieri preferiti?

"I miei portieri preferiti sono Buffon, Dida e Casillas. Ho visto giorni fa giocare Gigi con un gioco di macchine, lo potrei sfidare lì. Dida potrei affrontarlo a Fifa, mentre Casillas a un gioco di lotta. I miei compagni si divertono con i videogiochi commerciali, i più famosi. Mi capita di giocare con Empereur, lui è un gamer abbastanza serio".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche