Kluivert: "I tifosi segreto della Roma". E svela un retroscena su Cristiano Ronaldo

Serie A

Il giovane attaccante della Roma racconta la differenza tra Italia e Olanda: "Alla Roma il supporto dei tifosi è fondamentale, ti spingono a dare sempre di più". In Serie A l'incrocio con Cristiano Ronaldo: "Eravamo faccia a faccia. Mi ha detto: “Tuo padre è alto, tu sei più basso. E io gli ho risposto che aveva ragione"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI LIVE DEL 15 MAGGIO

"Giocare alla Roma è incredibile, sento sempre il supporto dei tifosi, sono l'anima di ogni partita. Questo ti dà la motivazione di dare il massimo non solo per te, ma anche per loro". Parola di Justin Kluivert. L'attaccante della Roma si è raccontato sulla sua pagina YouTube aperta negli scorsi giorni, soffermandosi sulla carica che i tifosi giallorossi gli danno ogni volta che scende in campo. "In Italia è diverso dall’Olanda. Anche lì sono grandiosi ma credo che la differenza sia proprio che qui farebbero veramente di tutto. Questo ti dà la carica, ti porta ancora più energia. Le persone vogliono farsi le foto con te. Magari ti vien da chiedere il perché, ma lo trovo incredibile. Credo sia anche un modo per farti vedere che stai facendo bene, che fai qualcosa che loro amano".

"CR7 mi ha fatto notare che sono più basso di papà"

In Serie A dall'estate 2018, Kluivert ha anche raccontanto un aneddoto riguardante la prima sfida giocata in Italia contro la Juve e Cristiano Ronaldo. "Ho giocato contro Ronaldo, è stato divertente. All’inizio del match giocavo a destra e lui a sinistra, eravamo faccia a faccia. Mi ha detto: 'Tuo padre è alto, tu sei più basso'. E io gli ho risposto che aveva ragione. In effetti mia madre è un pò più piccola". Il portoghese è un modello per il 21enne olandese, figlio d'arte e cresciuto con gli insegnamenti di papà Patrick, ex attaccante di Ajax, Milan e Barcellona: "Seguo con attenzione CR7 dentro e fuori dal campo: fa le cose nel modo giusto, anche sui social. Oggi i social sono importanti, lui ha 200 milioni di follower. Quando sei CR7 o Messi devi lottare sempre per stare al top, riuscendo a tirare sempre il meglio di te ed essere il migliore. Per 14 anni sono stati protagonisti mantenendosi ai livelli più alti".

"Sogno il Pallone d'Oro"

L'esterno d'attacco olandese ha rivelato anche i sogni per il futuro, passando per la nomination al Pallone d'Oro Under 21, vinto nello scorso dicembre dal connazionale Matthijs De Ligt: "Questi sono i risultati che ti danno la carica per dare di più. Essere in quell'elenco ricco di giocatori di talento è stato fantastico, un momento belllissimo della mia vita. Sono grato dell’opportunità ricevuta. Più raggiungi dei traguardi, più punti in alto". Fino a desiderare di competere anche per il Pallone d'Oro senior: "Forse un giorno lo vincerò, è il mio sogno".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche