Juventus, Khedira: "Mourinho un grande, CR7 un esempio"

Serie A

Il centrocampista bianconero ha risposto su Instagram alle domande dei tifosi, premiando i due portoghesi: "Mou mi ha migliorato come persona, Ronaldo fantastico anche in allenamento. Ormai ho giocato con lui 7 anni..."

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Da Stoccarda alla Juve, Sami Khedira torna ad allenarsi alla Continassa e raccoglie su Instagram le domande dei tifosi. Oggi le prime tre risposte, la prossima settimana altre tre secondo il format proposto dal centrocampista bianconero. La prima domanda ad aver attirato l'attenzione di Sami è sull'allenatore che gli ha insegnato di più: "Ne ho avuto di grandissimi, durante tutta la mia carriera", spiega il tedesco. "Sono stato in grado di imparare da ogni singola persona, anche se non mi piacevano alcune cose ho portato con me quelle positive. Il più impressionante è stato Mourinho", che ha accolto Khedira al Real nel 2010. "Il mio passo più grande è stato andare dallo Stoccarda a Madrid dopo il Mondiale del 2010 e Mou si fidava di me. Mi ha dato molte conoscenze tecniche e mi ha migliorato come persona. Ho un ottimo rapporto con lui e lo sento ancora oggi. Grazie alla sua persona lo ammiro come allenatore. Ecco perché ho scelto Mourinho".

"Gli allenamenti con Cristiano? Vuole vincere sempre anche lì..."

Poi Khedira prosegue raccontando gli ingredienti necessari per diventare professionista. "Naturalmente il talento, non si può comprare: ce l'hai o non ce l'hai. Ma se hai talento, allora hai bisogno di entusiasmo. Altrimenti non puoi fare niente nella vita, specialmente nel calcio", sorride il classe '87. "Hai bisogno di disciplina, devi lavorare duro ogni giorno, devi essere concentrato sul tuo lavoro e sul calcio. E hai bisogno di volontà perché è molto importante lavorare sodo e non mollare mai. Non ci devono essere interruzioni: disciplina, lavoro quotidiano e credere in te stesso". Quale esempio migliore di Cristiano Ronaldo. "Un giocatore straordinario e anche una persona fantastica", continua Khedira. "Ormai ho giocato con lui sette anni, cinque al Real Madrid e due alla Juventus. Secondo me è uno dei migliori nella storia della calcio per le sue capacità e la sua ambizione: vuole vincere sempre anche in allenamento. È un esempio per tutte le persone e per tutti i calciatori: per questo è uno dei più grandi di sempre. Sono molto felice di potermi allenare con lui".

SERIE A: SCELTI PER TE