Roma, Pallotta-Petrachi: frattura non ancora sanata. I motivi e gli scenari

Serie A

Il ds giallorosso ha avuto un colloquio a Trigoria con l'Ad Fienga, l'uomo che 8 mesi fa lo ha voluto nel progetto Roma. Adesso però, per via delle esigenze economiche del club legate alla mancata cessione, i programmi potrebbero cambiare. E tra Petrachi e Pallotta la frattura non è ancora stata ricomposta

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Una chiarimento necessario per decidere se proseguire insieme o dirsi addio: dopo le frizioni dei giorni scorsi tra il presidente Pallotta e il direttore sportivo Petrachi, in casa Roma si attende di conoscere l’esito di un faccia a faccia che sarà inevitabilmente necessario per decidere che strade intraprendere. Diversi i temi affrontati nella lunga intervista rilasciata dal presidente Pallotta al sito della Roma, nel corso della quale però non è stata toccata la vicenda Petrachi. Nulla di strano, visto che non era pensabile immaginare un chiarimento a mezzo stampa in così breve tempo dopo le esternazioni del ds giallorosso. Che quest’oggi è stato a Trigoria dove ha avuto un colloquio anche l’Ad Fienga: il confronto tra i due è continuo e bisogna ricordare che fu proprio Fienga a scegliere Petrachi per affidargli il nuovo progetto Roma, un progetto che adesso - proprio per il discorso legato alla trattativa per la cessione del club – potrebbe essere modificato.

Cambi di prospettive?

La strategia decisa 8 mesi fa tra i vertici giallorossi – Pallotta, Fienga, Petrachi e anche Fonseca – adesso potrebbe cambiare proprio per le esigenze economiche della Roma: un possibile cambio di programmi e prospettive che ha creato la frattura tra la presidenza e la direzione sportiva. Petrachi, infatti, vuole sapere se i programmi sono destinati a mutare per poi decidere che posizione prendere: se accettare e continuare o magari farsi da parte. Sempre che dirimere la questione non intervenga prima proprio Pallotta.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche