Roma, Fonseca: "Lunedì ci alleniamo all'Olimpico per abituarci a porte chiuse"

Serie A

L'allenatore giallorosso è intervenuto ai microfoni della tv portoghese Sport TV a 3 giorni dal ritorno in campo contro la Sampdoria (mercoledì 24 giugno ore 21.45): "E' stato un pre campionato diverso, con un tipo di lavoro differente. Olimpico senza tifosi? Sarà difficile, ma la preparazione alla partita non è cambiata"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

La Serie A è ufficialmente ripartita e, una dopo l'altra, tutte le 20 squadre si preparano a tornare in campo: tra loro anche la Roma di Paulo Fonseca, impegnata nella lotta per un posto in Champions League, con il quarto posto occupato dall'Atalanta. L'allenatore portoghese è intervenuto ai microfoni di Sport TV e ha fatto il punto sulla situazione attuale della formazione giallorossa: "Abbiamo fatto una lunga pausa. E' stato come un pre-campionato diverso, non ci sono state partite di preparazione e il tipo di lavoro è stato differente, ma credo che saremo pronti". Roma che affronterà nella nuova gara d'esordio la Sampdoria, mercoledì alle ore 21.45 all'Olimpico. 

Lo stadio senza tifosi

leggi anche

Sorrisi a Roma, Pellegrini e Mkhitaryan in gruppo

Stadio che sarà però senza tifosi, una situazione particolare con la quale Fonseca e i suoi giocatori dovranno fare i conti: "Senza i tifosi appassionati della Roma, giocare allo Olimpico sarà difficile, ma la preparazione alla partita è praticamente la stessa. L'unica differenza è il tentativo di creare un'atmosfera simile a quella che troveremo in partita, quindi lunedì ci alleneremo all'Olimpico. Ma per il resto non c'è niente di molto diverso da una partita normale".

"Serie A campionato ricco tatticamente"

vedi anche

Fazio: "Vogliamo Europa League e il quarto posto"

Paulo Fonseca ha fatto poi un'analisi a 360° del calcio italiano, a ormai un anno di distanza dal suo insediamento sulla panchina della Roma: "Tatticamente è un campionato molto ricco. Ci sono sempre scenari diversi dal punto di vista strategico ed è molto emozionante competere qui, ogni partita è una storia diversa. La Serie A è un campionato dove le squadre difendono bene, ma è allo stesso tempo offensivo e molto emozionante". Infine, l'allenatore portoghese ha spiegato come un ritorno in patria non sia nei suoi programmi a breve termine: "Un ritorno in Portogallo non fa parte dei miei prossimi progetti futuri. Sono molto felice all'estero e sento sinceramente che ho più da imparare continuando in altri campionati che nel campionato portoghese".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche