Atalanta-Sampdoria, Gasperini: "Numeri impensabili. E possiamo ancora migliorare"

atalanta

L'allenatore nerazzurro: "Siamo concentrati solo sulla Samp, non pensiamo alla Juve. Queste sono le gare che in passato ci hanno creato difficoltà. Lo spirito della squadra è buono". Sulla stagione: "Numeri impensabili e possiamo ancora migliorare"

ATALANTA-SAMPDORIA LIVE

Allungare la striscia di vittorie consecutive, quattro su quattro dalla ripresa del campionato, per provare a superare l’Inter avanti di un solo punto al terzo posto in classifica. È questo l’obiettivo dell’Atalanta di Gian Piero Gasperini che mercoledì alle ore 21.45 sfiderà la Sampdoria (Sky Sport Serie A e Sky Sport 252): "È una squadra che all’andata ci ha creato difficoltà a sviluppare gioco, sappiamo che è una buona squadra che adesso si è tolta dalla zona pericolosa. Non sarà una partita facile, dovremo trovare punti per avvicinarci al nostro obiettivo. Formazione? L’attenzione è solo sulla Samp e non sulla Juventus, queste sono le gare dove abbiamo sempre sofferto di più e dove abbiamo perso punti, adesso dovremo essere bravi a superare queste difficoltà", le parole dell’allenatore nerazzurro riportate dal sito ufficiale del club.

"Lo spirito è buono. E abbiamo margini di miglioramento"

leggi anche

Gasperini: "Secondo posto? Non ci poniamo limiti"

10 vittorie consecutive, otto in campionato, 100 gol realizzati in stagione, quarto posto a quota 63 punti e una Final Eight di Champions da disputare a metà agosto, Gasperini commenta così l’ennesima stagione super della sua Atalanta che di fatto ha già in tasca la qualificazione alla prossima edizione della Champions: "I numeri dicono tutto, ma ancora non abbiamo raggiunto traguardi aritmetici. Sono numeri impensabili. I margini di miglioramento li hanno le grandissime squadre che vincono campionati e Champions, immaginiamoci noi. Ma lo spirito è molto buono, anche da parte dei nuovi giocatori".

"Torneo diverso dopo lockdown, ma ugualmente combattuto"

approfondimento

La classifica di Serie A post lockdown

L’allenatore dell’Atalanta poi aggiunge: "Da quando siamo ripartiti è un campionato diverso rispetto a quello lasciato a marzo, soprattutto per la frequenza e per la mancanza del pubblico. Non per questo è meno combattuto, con questi climi rischi di piantarti". Pensiero finale sul momento della squadra: "Contro il Cagliari abbiamo cambiato 6-7 elementi rispetto alla sfida col Napoli, chi ha giocato lo ha fatto con la stessa attenzione e organizzazione, non abbiamo concesso punti deboli sotto questo aspetto. Tutti stanno bene, i risultati aiutano, lo spirito è veramente alto anche da parte di chi ha giocato meno", ha concluso Gasperini.

SERIE A: SCELTI PER TE