Serie A, 34^ giornata: presentazione, numeri, curiosità e statistiche

Serie A

5 giornate al termine del campionato e primi verdetti che si avvicinano: si partirà sabato alle 17.15 con la sfida in zona europea tra Verona e Atalanta, per proseguire con Cagliari-Sassuolo e concludere alle 21.45 con Milan-Bologna. Si continua alla domenica con 6 altre gare, tra cui lo scontro salvezza Genoa-Lecce (ore 19.30) e Roma-Inter (ore 21.45). Piatto forte della giornata sarà il big match tra Juventus e Lazio, lunedì alle ore 21.45

JUVENTUS-LAZIO LIVE

Verona-Atalanta, sabato 18 luglio, ore 17.15

La 33^giornata si apre con la sfida tra due delle formazioni più spettacolari del campionato. Juric contro Gasperini, l'allievo contro il maestro. Insieme al Crotone e al Genoa, quando il croato giocava a centrocampo, e poi nelle esperienze all'Inter e al Palermo, quando Juric è diventato il vice dello stesso Gasperini. Per il Verona impegno tutt'altro che semplice, visto che incontra una squadra reduce da 13 risultati utili consecutivi (11 vittorie e 2 pareggi). L'Atalanta va alla caccia di nuovi record: dal 1950-51 una squadra di Serie A non aveva segnato così tanti gol dopo 33 giornate (93 reti).

Cagliari-Sassuolo, sabato 18 luglio, ore 19.30

Momenti opposti per queste due squadre. Il Cagliari vuole ripartire dopo essere rimasto senza gol nelle ultime 4 partite (2 pareggi e sconfitte), mentre il Sassuolo vuole proseguire il proprio momento magico, fatto di 7 risultati utili consecutivi (4 vittorie e 3 pareggi) e di una rincorsa a un posto in Europa League. Quando la formazione di De Zerbi scende in campo è previsto lo spettacolo: i neroverdi hanno infatti segnato almeno tre gol in 5 delle ultime 8 partite. Nessuna squadra dei top 5 campionati europei ha raggiunto questa quantità di reti così frequentemente nel post lockdown.

Milan-Bologna, sabato 18 luglio, ore 21.45

approfondimento

Non solo Atalanta: i club imbattuti post lockdown

Mihajlovic ritrova da avversario il Milan, che ha allenato nella stagione 2015-2016, e prova a rimanere aggrappato al treno Europa League, distante adesso 10 punti. Sfida tra ex in panchina, con Stefano Pioli (allenatore del Bologna dal 2011 al 2014) che cercherà di portare avanti il proprio momento positivo e allungare la propria striscia di 7 risultati utili consecutivi (5 vittorie e 2 pareggi). Attenzione, però, ai rossoblù che nelle ultime 9 gare giocate in trasferta, ne hanno vinte 6: nessuna squadra ha fatto meglio in questo periodo.

Parma-Sampdoria, domenica 19 luglio, ore 17.15

Sfida tra tifoserie gemellate, che però non potranno essere presenti allo stadio, e squadre che proveranno a chiudere definitivamente ogni discorso di salvezza. 40 punti per i gialloblù, 38 per i blucerchiati: situazione di classifica abbastanza tranquilla per entrambe, ma stato di forma completamente opposto. Gli uomini di Ranieri sono infatti reduci da 4 vittorie nelle ultime 5 partite, mentre la formazione allenata da D'Aversa ha ottenuto un solo punto nello stesso periodo  e manca la vittoria dalla prima gara di campionato post lockdown (Genoa-Parma 1-4).

Genoa-Lecce, domenica 19 luglio, ore 19.30

Basta guardare la classifica per capire l'importanza di questa partita: Genoa quart'ultimo a quota 30, Lecce terz'ultimo a 29. Se a 5 giornate dalla fine di campionato non si tratta di un vero e proprio spareggio salvezza, poco ci manca. Momento abbastanza analogo per entrambe le squadre, che nel post lockdown hanno conquistato 5 punti per quanto riguarda i rossoblù e 3 per i giallorossi. All'andata finì 2-2, un altro elemento da tenere in considerazione in vista di un eventuale arrivo a pari punti al termine del campionato.

Brescia-Spal, domenica 19 luglio, ore 19.30

Se Genoa e Lecce si giocano la permanenza in Serie A, Brescia e Spal hanno ormai le speranze di salvezza ridotte al lumicino. Separate da due punti in classifica e relegate agli ultimi due posti, le due squadre si affrontano in questo scontro diretto per evitare di concludere il campionato da fanalino di coda. Migliori i risultati recenti della formazione allenata da Lopez che nel post lockdown ha collezionato 5 punti, mentre gli uomini di Di Biagio hanno ottenuto soltanto un pareggio contro il Milan e 6 sconfitte.

Fiorentina-Torino, domenica 19 luglio, ore 19.30

Quello che poteva essere uno scontro diretto per la sopravvivenza potrebbe essersi trasformato in una sfida tra due squadre abbastanza tranquille. Le vittorie nell'ultimo turno rispettivamente contro Lecce e Genoa hanno permesso a Fiorentina e Torino di allontanarsi dalla zona pericolo, distante adesso 10 e 8 punti. Iachini e Longo possono dunque approcciare a questa sfida con maggiore tranquillità, pur consapevoli del fatto che una vittoria vorrebbe dire chiudere definitivamente i conti e mettersi al riparo da brutte sorprese in vista del finale.

Napoli-Udinese, domenica 19 luglio, ore 19.30

leggi anche

Messi: "Giocando così, perdiamo anche col Napoli"

Il Napoli, reduce da due pareggi consecutivi, vuole chiudere al meglio il proprio campionato, nonostante la già certa qualificazione alla prossima Europa League in virtù del successo in Coppa Italia. Contro, però, trova un'Udinese ancora alla caccia di punti salvezza, visto il margine non del tutto rassicurante di 7 punti sulla zona retrocessione. Periodo positivo comunque per gli uomini di Gotti che, prima dello stop interno contro la Sampdoria, avevano collezionato 2 vittorie e 1 pareggio che gli avevano appunto permesso di distaccarsi dalla zona calda della classifica.

Roma-Inter, domenica 19 luglio, ore 21.45

leggi anche

Conte: "Juve? Tanti sei punti. Sanchez ritrovato"

"Bisogna vincere, se si vuole dare fastidio a chi ci sta davanti". Con queste parole al termine di Spal-Inter, Antonio Conte ha introdotto la sfida dell'Olimpico contro la Roma. Una gara di estrema importanza per entrambe le squadre: i giallorossi per non perdere il quinto posto in classifica e mettere una seria ipoteca sulla qualificazione alla prossima Europa League, i nerazzurri per conservare la seconda piazza e provare a impensierire la Juventus in vista delle ultime 4 giornate di campionato. All'andata finì 0-0, con Fonseca che riuscì a bloccare l'Inter, in quel momento in vetta alla classifica.

Juventus-Lazio, lunedì 20 luglio, ore 21.45

leggi anche

Chiellini e Bentancur, escluse lesioni muscolari

Doveva essere lo spareggio Scudetto, non lo sarà più ma rimane comunque una partita di grandissima importanza. La Juventus, dopo aver ottenuto 2 punti nelle ultime 3 partite, non può più rallentare se non vuole vedere le inseguitrici, biancocelesti compresi, avvicinarsi pericolosamente. La Lazio dal canto suo ha perso diversi punti nel post lockdown e ora si trova a -8 dalla vetta: tre punti significherebbero matematica qualificazione alla prossima Champions League e nuove speranze di Scudetto, con un finale di campionato che potrebbe riaprirsi a ogni possibile scenario.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche