Benevento, Glik a Sky: "La Serie A e l'Italia mi mancavano. Il progetto mi ha convinto"

Serie A

Il difensore polacco a Sky Sport: "Al Monaco sono stato bene, ma la Serie A e l'Italia mi mancavano troppo. Il progetto Benevento mi ha convinto e la voglia di tornare era tanta". Sulla Champions: "Mbappé è un ragazzo d'oro ed è un fuoriclasse, ma tifo per il Bayern Monaco del mio amico Lewandowski". Infine sui polacchi in Serie A: "Contento ce ne siano tanti, a Linetty consiglio il Toro. Milik? È forte e giovane, ha una grande carriera davanti"

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE DI OGGI

Quattro anni dopo l'addio al Torino, Kamil Glik è tornato in Serie A scegliendo il Benevento. Nel mezzo quattro stagioni al Monaco, con una Ligue 1 vinta e una semifinale di Champions League nella prima stagione. Il polacco, però, non ha resistito al richiamo dell'Italia: "La Serie A mi mancava – le sue parole in esclusiva a Sky Sport – Sono stato bene al Monaco in questi 4 anni, ma l'Italia mi è sempre mancata. Appena ho saputo che c'era la possibilità di tornare non ci ho pensato su due volte e ho accettato, sono felice. Per me le parole valgono più dei contratti, quando ho dato la parola a Foggia, a Inzaghi e al presidente ritenevo l'operazione fatta. Il progetto mi ha convinto e le voglia di tornare era tanta. La sfida col Torino? Sicuramente sarà emozionante. Lì ho vissuto cinque anni bellissimi, partendo dalla Serie B e arrivando fino all'Europa League. Ho grandi ricordi, ma ora darò tutto per il Benevento".

"Mbappé fenomenale, ma in Champions punto sul Bayern"

leggi anche

Inzaghi a Sky: "Vorrei un Benevento rompiscatole"

Al Monaco ha visto crescere Mbappé, che ora sogna la Champions con il PSG: "Stanno facendo benissimo, hanno dei giocatori fenomenali e c'è Kylian che è un ragazzo d'oro oltre che un fuoriclasse – prosegue – Penso che fosse una delle favorite per la vittoria dall'inizio, ora stanno aspettando l'avversario per la finale. Il Bayern Monaco sta facendo molto bene, credo sia la principale candidata per il successo. Ma il PSG ha dei fenomeni in attacco. Io tifo Bayern Monaco, è sempre stata la mia squadra del cuore e lì c'è un amico come Lewandowski. Lui è in gran forma ed è carico".

La Polonia in Serie A e il mercato: Linetty e Milik

approfondimento

Serie A, ritiri estivi delle squadre: date e sedi

A proposito di polacchi, in Italia ce ne sono sempre di più: "Quando sono arrivato in Serie A non era così, oggi ce ne sono una decina e sono contento. Linetty al Torino? Troverebbe un ambiente importante, uno stadio sempre pieno e una società sana. Poi lui conosce Giampaolo molto meglio di me, ma sull'ambiente Toro posso garantire". Un altro polacco, Milik, potrebbe lasciare Napoli, sostituito da quell'Osimhen che con la maglia del Lille ha sfidato Glik in Ligue 1. "Non ho parlato con Arek, ma da settimane leggo che potrebbe andare alla Juve. Sicuramente è un centravanti importante, le cifre dicono questo. Ha fatto bene al Napoli e in Nazionale, è giovane e ha ancora una lunga carriera davanti. Osimhen? È un giocatore talentuoso, lo ha già confermato in Francia. Ma la Serie A è diversa, è difficile fare un pronostico. Mi auguro faccia bene perché il Napoli ha speso cifre importanti per lui".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche