Roma-Parma, Fonseca: "Grande identità, vittorie come queste ci rendono più forti"

roma

L'allenatore giallorosso molto soddisfatto dopo il successo sul Parma, ottenuto anche grazie a una doppietta dell'armeno: "Un giocatore intelligente, capace di giocare in più ruoli e con un atteggiamento esemplare. Contratto? Penso solo alle partite: sono contento perché vedo la squadra giocare bene"

UDINESE-GENOA LIVE

Una Roma formato scudetto (16 punti nelle ultime 6 partite) abbatte anche il Parma con una grande prova e a fine partita Fonseca non può che essere comprensibilmente soddisfatto: "Stiamo giocando con grande fiducia e questa è la cosa più importante. Soprattutto nel primo tempo abbiamo fatto veramente bene: abbiamo segnato tre gol ma potevamo farne di più. Nella ripresa poi abbiamo gestito, anche se avremmo potuto arrotondare". Il tutto nonostante diverse pesanti assenze, come quelle di Dzeko e Kumbulla per il Covid, di Smalling per un problema intestinale e di Pellegrini, convocato dopo lo stop causa Covid ma non ancora pronto per giocare dal primo minuto: "Per noi sono tutti giocatori importanti e aver fatto così bene anche senza di loro è un motivo di felicità in più. Una partita come quella di oggi rafforza la nostra identità, abbiamo cambiato i giocatori ma la squadra non ha cambiato identità. Sono molto soddisfatto". Forse è il miglior momento dell'allenatore portoghese nella capitale, a poco più di un anno dal suo arrivo e a pochi mesi dalla scadenza del suo contratto, che terminerà il prossimo 30 giuno: "Contratto? Io non sono preoccupato. Sono solo focalizzato sul lavoro e sulle partite. Sono contento perché la squadra gioca bene: un segnale importante, a questo punto della stagione".

"Contento per il primo gol di Mayoral"

leggi anche

La Roma domina, Parma demolito: 3-0 e 2° posto

Poi il commento sui singoli. A partire da Mkhitaryan, sempre più leader e alla seconda doppietta in campionato: "Henrikh è un giocatore intelligente e un grande professionista", sottolinea l'allenatore. "Può giocare in tante posizioni e il suo atteggiamento è un esempio per tutti. Bene anche Mayoral: ha giocato una buona partita contro una squadra chiusa, sta crescendo e ha trovato il suo primo gol in Serie A. Aveva bisogno di ambientarsi nel calcio italiano ma ha sempre avuto tanta voglia di migliorarsi e in queste settimane ha preso più fiducia, sta lavorando bene e sta capendo il nostro modo di giocare. Oggi ha fatto una grande partita, ma anche nella scorsa gara, pur non segnando, aveva preso ottime decisioni".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche