Serie A, 20^ giornata: presentazione, numeri, curiosità e statistiche

Serie A

In Serie A inizia il girone di ritorno. La 20^ giornata ha il via venerdì sera con Torino-Fiorentina. Sabato in campo Milan, Juventus e Inter. Domenica tocca ad Atalanta-Lazio alle 15 e Napoli-Parma alle 18. Chiude il programma il posticipo dell'Olimpico tra Roma e Verona

ROMA-VERONA LIVE

Torino-Fiorentina, venerdì 29 gennaio, ore 20:45

Il turno si apre a Torino, con l'esordio di Davide Nicola in casa da allenatore granata. Toro imbattuto una sola volta nelle ultime otto gare interne di campionato contro la Fiorentina. Nelle ultime due sfide tra i due club sono però arrivate altrettante vittorie viola, senza subire reti. La squadra di Prandelli va a caccia della sua seconda vittoria di fila in trasferta a Torino dopo quella di fine 2020 contro la Juventus. Fari sugli attacchi: dopo aver realizzato nove gol nelle prime 11 presenze in questo campionato, Andrea Belotti non ha segnato in tutte le successive sette partite. Dusan Vlahovic della Fiorentina è a quota sette reti in questa Serie A. Solo due giocatori nati dopo il prim gennaio 2000 hanno fatto meglio nei cinque maggiori campionati europei 2020/21: si tratta di Erling Haaland (14 gol) e Moise Kean (nove).

Bologna-Milan, sabato 30 gennaio, ore 15

leggi anche

Pioli: "Rosso Ibra decisivo, ma risposte positive"

Dopo l'eliminazione di Coppa Italia, il Milan riparte da Bologna: rossoneri imbattuti da 14 trasferte in Serie A contro gli emiliani, che invece hanno battuto una sola volta il Milan nelle ultime 22 partite di campionato giocate. La squadra di Pioli va a caccia di un record: può stabilire il suo record assoluto di partite esterne consecutive in gol in Serie A, toccando quota 20. Sfida da ex per Sinisa Mihajlovic, che  ha registrato una percentuale di vittorie del 41% in Serie A sulla panchina del Milan (contro il 58% di Pioli con i rossoneri). Partita speciale per Roberto Soriano, a quota 200 presenze in A: il centrocampista del Bologna ha già segnato cinque gol casalinghi in questo campionato.

Sampdoria-Juventus, sabato 30 gennaio, ore 18

Nessun pareggio nelle ultime otto sfide di A giocate a Genova tra i due club, con tre vittorie doriane e cinque successi bianconeri. La Samp arriva alla sfida da due vittorie di fila mentre la Juventus cerca di evitare il secondo ko consecutivo in trasferta in campionato dopo quello sul campo dell'Inter. Occhi su Fabio Quagliarella, ex della parttita:  è uno dei soli cinque giocatori ad essere nella top-20 all-time sia per presenze che reti nella storia della Serie A a girone unico, insieme a Silvio Piola, Francesco Totti, Alberto Gilardino e Roberto Mancini. Il gol manca da due partite a Cristiano Ronaldo: il portoghese potrebbe restare senza reti per tre gare consecutive in un singolo campionato per la prima volta da aprile 2019.

Inter-Benevento, sabato 30 gennaio, ore 20:45

leggi anche

Conte: "Lukaku? Se si arrabbia mi fa solo piacere"

Appena tre i precedenti in A tra i due club con altrettante vittorie nerazzurre. L'Inter ha vinto vinto le ultime sei partite casalinghe di Serie A e non arriva a sette da dicembre 2018 e dalla ripresa dei top-5 campionati europei post lockdown, solo il Bayern Monaco (80) ha segnato più reti della squadra di Conte (77). I calci piazzati potrebbero essere un fattore: i due club hanno segnato 12 reti in questa Serie A in questo modo, meglio ha fatto solo il Milan con 16. Lautaro Martínez non trova il gol in Serie A da quattro partite, ma ha realizzato sette reti in 13 presenze contro squadre neopromosse nella competizione, inclusa la sua unica tripletta nel torneo, contro il Crotone il 3 gennaio scorso. L'Inter è invece un tabù per Gianluca Lapadula, mai a segno nei precedenti sei incroci con i nerazzurri.

Spezia-Udinese, domenica 31 gennaio, ore 12:30

La domenica ha il via al Picco, dove lo Spezia riceve l'Udinese. I liguri sono rimasti imbattuti nelle ultime sette partite contro i friulani (6V, 1N) dopo che aveva perso le tre precedenti, giocate negli anni '40 nel campionato di B. Udinese e Spezia hanno chiuso il girone d’andata di questo campionato con lo stesso rendimento (18 punti: 4V, 6N, 9P) ma la squadra di Gotti non vince da nove turni in A. Avvii lenti per entrambe: si tratta delle due squadre che hanno segnato meno reti nei primi 15 minuti (un gol come il Bologna). Occhio anche alla cattiva sorte: solo Milan (14) e Verona (12) hanno colpito più legni di Spezia e Udinese (10 entrambi) nel campionato in corso.

Atalanta-Lazio, domenica 31 gennaio, ore 15:00

approfondimento

Gomez saluta l'Italia con un record speciale

Dopo la sfida infrasettimanale del Gewiss Stadium, Atalanta e Lazio tornano di fronte a Bergamo. La squadra di Gasperini ha vinto le ultime quattro partite di Serie A contro i biancocelesti, chiuse con una media di cinque gol a partita. La rosa di Inzaghi arriva però da un poker di vittorie in campionato. Squadre scatenate dopo l'intervallo: solo l’Inter (42) ha più punti di Lazio (36) e Atalanta (34) in una classifica di questa Serie A che considera solo i secondi tempi. Luis Muriel è il giocatore che ha segnato più gol in questa Serie A rispetto a quanto creato in termini di Expected Goals (+4.4) lo seguono in questa classifica Ciro Immobile (+4.3) e Luis Alberto (+3.5) della Lazio.  I quattro gol di Sergej Milinkovic-Savic hanno portato alla Lazio sette punti in classifica. Meglio hanno fatto solo Ibrahimovic, Immobile e Lukaku.

Cagliari-Sassuolo, domenica 31 gennaio, ore 15:00

Otto delle 13 sfide di Serie A tra Cagliari e Sassuolo sono terminate in parità: è la percentuale più alta di pareggi (61%) tra due squadre attualmente nella competizione. Il Cagliari arriva da una serie di sei sconfitte consecutive in Serie A, di fronte ci sarà un Sassuolo che non tiene la porta inviolata da otto incontri. La squadra di De Zerbi arriva da tre sconfitte consecutive in trasferta in campionato. L'ultima volta che ha fatto peggio in una singola stagione è stata nell’aprile 2015, cinque, con Di Francesco in panchina. Occhio ai calci piazzati: il 44% delle reti su punizione diretta segnate in questo campionato sono state realizzate da Cagliari o Sassuolo (due a testa, su nove complessive).

Crotone-Genoa, domenica 31 gennaio, ore 15:00

Sesto confronto in A tra le due squadre. Crotone mai vittorioso sin qui, mentre il Genoa ha segnato il 21% dei suoi gol in questo campionato nella gara d’andata proprio contro il Crotone (quattro su 19). I liguri non hanno subito neanche una rete nelle sue ultime tre gare di campionato. L'ultima volta che hanno fatto meglio è stata nel gennaio 2018: quattro, sempre con Davide Ballardini in panchina. Giovanni Stroppa può affidarsi all'ottimo momento di Simy: il centravanti nigeriano ha preso parte a tutte le ultime quattro reti del Crotone in Serie A (tre gol, un assist), tante quante in tutte le precedenti 18 realizzate dai calabresi nel torneo in corso.

Napoli-Parma, domenica 31 gennaio, ore 18:00

Sono 37 i precedenti tra i due club in Serie A, con un solo pareggio negli ultimi 16 incroci. Napoli a porta inviolata in quattro delle ultime sette sfide giocate contro il Parma, ma gli azzurri hanno perso due gare di Serie A contro il Parma con Gennaro Gattuso in panchina, facendo peggio solo contro l'Inter nello stesso periodo. Il Napoli è la squadra che ha subito meno gol nel corso dei primi tempi di gioco in questa Serie A, appena sei - parziale in cui il Parma ne ha incassati 16. La squadra di D'Aversa non vince da 10 gare di Serie A (4N, 6P) e non ha mai fatto peggio nella sua storia nella competizione. Fari puntati su Hirving Lozano: l'attaccante messicano del Napoli è a aquota 9 e  può andare in doppia cifra di reti in campionato per la terza stagione su quattro da quando è arrivato in Europa.

 

Roma-Verona, domenica 31 gennaio, ore 20:45

Sfida numero 60 tra le due squadre in campionato. La Roma ha vinto quattro delle ultime cinque partite di A contro il Verona e l'unica eccezione è la gara d’andata di questo campionato (sconfitta 0-3 a tavolino, dopo lo 0-0 sul campo). Giallorossi imbattuti da 23 gare casalinghe di Serie A contro l'Hellas e unica squadra senza sconfitte casalinghe in questa Serie A (7V, 3N).  Il Verona ha invece vinto tre delle ultime sei trasferte di Serie A, tanti successi quanti nelle precedenti 30. Gara da ex per Marash Kumbulla, che oltre ad essere il primo straniero nato negli anni 2000 ad aver segnato in Serie A con la maglia del Verona, detiene questo record anche con la Roma. Curiosità: Henrikh Mkhitaryan della Roma e Mattia Zaccagni del Verona sono gli unici due centrocampisti che hanno all’attivo almeno cinque gol e cinque assist in questa Serie A.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.