Spezia, Giulio Maggiore e il gol al Milan: era rossonero, ma è tornato per nostalgia

Serie A

Scuola Spezia con una parentesi nel Milan, ma la nostalgia e un infortunio lo hanno fatto tornare a casa. Fino alla promozione e al primo gol in Serie A proprio contro i rossoneri. E racconta un aneddoto: "Sono tifosissimo dell’Inter fin da bambino e, senza pensarci, mi presentai negli spogliatoi al provino col Milan con l’accappatoio dell’Inter. Mi dissero scherzosamente di evitare..."

FIORENTINA-SPEZIA LIVE - SPEZIA-MILAN 2-0: GOL E HIGHLIGHTS

"Il Milan? Nessun rimpianto. Spezia mi ha accolto, è la mia città". Giulio Maggiore si presenta così ai microfoni di Sky Sport, dopo la grande vittoria del nuovo "Spezia americano" contro i rossoneri. Un 2-0 che porta la sua firma e quella di Bastoni, un altro spezzino doc.

Maggiore dalla Curva Ferrovia al Milan

Centrocampista del 1998, Maggiore da ragazzino frequentava la Curva Ferrovia dello stadio Picco, la stessa sotto la qual (purtroppo senza spettatori) ha segnato contro i rossoneri e fatto sognare l'allenatore Italiano ("La più bella partita della mia vita") e i tifosi dello Spezia. Il Milan, però, sembra proprio essere nel suo destino: quando aveva 9 anni, infatti, fu notato da un scout rossonero durante un torneo alle Pianazze e, dopo un provino, firmò un precontratto. Rimasto allo Spezia, passò prima al DLF Le Giraffe e poi al Canaletto poi, fino a quando venne definitivamente preso dal Milan a 14 anni e aggregato nei Giovanissimi Nazionali. Lì c'erano anche Locatelli e Cutrone

Il ritorno a casa

Pochi giorni dopo il suo arrivo, però, Maggiore subì un infortunio che, assieme alla nostalgia di casa, lo fece tornare a La Spezia. Con Di Carlo l’esordio in prima squadra in Serie B nel 2016, tanta testa che nel 2017 lo portò anche a rinunciare al Mondiale Under 20 per sostenere l’esame di maturità. Una (giovane) vita con la stessa maglia, e nell’estate del 2020 finalmente la promozione in A con Italiano. Fino alla serata contro il Milan e al gol sotto la Ferrovia, il suo primo nel massimo campionato.

Con l’accappatoio nerazzurro nello spogliatoio del Milan

vedi anche

Italiano: "Gara più bella della mia carriera"

Maggiore a Sky ha raccontato un particolare episodio ai tempi delle giovanili del Milan, legato a un accappatoio e alla sua fede calcistica: "Sono tifosissimo dell’Inter fin da bambino e, senza pensarci, mi presentai al provino negli spogliatoi con l’accappatoio dell’Inter. Mi dissero scherzosamente di evitare".

"Questa società mi ha accolto benissimo"

vedi anche

Spezia-show: Milan ko 2-0, primo posto a rischio

Sempre al termine della gara contro i rossoneri, Maggiore ha raccontato il suo rapporto con l'intero ambiente: "Oltre alla città, anche la società mi ha accolto benissimo. Sono felice di essere arrivato in A con lo Spezia, il passato è il passato. Siamo contenti per il risultato di oggi. Il mio gol di oggi comunque era abbastanza facile, mi è andata bene di essere nel posto giusto al momento giusto. La palla è entrata, va benissimo così. È il primo anno in Serie A e abbiamo avuto delle difficoltà, ma piano piano ci stiamo accorgendo di potercela giocare con tutti. Abbiamo fermato la prima in classifica ed è una grande soddisfazione. Vogliamo continuare così ma è ancora lunga, dobbiamo rimanere concentrati per il nostro obiettivo che è la salvezza. Stasera mi hanno preso tutti in giro perché il gol era facilissimo, se lo sbagliavo sarebbe stato un casino".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.