Juventus, Arthur: "Campionato aperto, proviamo a vincere ogni gara. Non è tutto perso"

ESCLUSIVA

Il centrocampista brasiliano ha parlato in esclusiva a Sky Sport: "Ho avuto un infortunio strano, ma adesso sto meglio e lavoro per arrivare presto al massimo della forma. La Champions era l'obiettivo più grande, ma il campionato è ancora aperto. E siamo anche in finale di Coppa Italia: proviamo a vincere ogni partita, non è ancora tutto perso"

JUVE-BENEVENTO LIVE SERIE A LIVE, LA DIRETTA GOL

Al primo anno in bianconero è stato subito in grado di prendere in mano il centrocampo della Juventus e, quando è rimasto fuori per circa un mese causa di una calcificazione post traumatica alla gamba destra nella zona interossea fra tibia e perone, la sua assenza si è fatta sentire. Adesso Arthur è tornato pienamente a disposizione e intorno a lui gira il gioco della squadra di Andrea Pirlo. Intervenuto per un'intervista esclusiva a Sky Sport, il brasiliano ha parlato dell'infortunio e delle sue condizioni attuali: "È stato un infortunio strano - ha esordito Arthur -, sfortunatissimo. Ma allo stesso tempo sono fortunato perché sono in un grande club, con dei professionisti eccezionali e c'è anche il mio gruppo di lavoro personale che mi aiuta. Lavorano insieme e hanno fatto di tutto per farmi tornare a giocare il prima possibile. Già adesso sto molto meglio. È chiaro che dobbiamo controllare un po' i carichi di lavoro perché non sono al 100%, però ho una grande voglia di aiutare l'allenatore e la squadra. Io posso aiutare in campo e sto facendo il massimo con i medici e i fisioterapisti per essere al top il prima possibile".

"Vinciamo ogni partita, non è ancora tutto perso"

JUVENTUS

Bentancur negativo, sarà convocato col Benevento

Arthur ha poi parlato degli obiettivi stagionali della Juve. Messa da parte la delusione per l'eliminazione dalla Champions, il brasiliano è sicuro che i bianconeri possano ancora avere chances scudetto nonostante il distacco in classifica dall'Inter: "È presto per fare un bilancio della stagione, il campionato è aperto. Se vinciamo il campionato o se vinciamo la Coppa Italia, dato che siamo in finale, potrebbe essere una stagione positiva. Poi l'obiettivo più grande che avevamo era la Champions, ma quella non possiamo più provare a vincerla. Quindi dobbiamo solo guardare avanti e provare a vincere tutte le partite che restano - ha concluso l'ex Barcellona - perché non è ancora tutto perso".