Bonucci dopo Udinese-Juventus: "Scudetto Inter? Messo del nostro, ma ci rialzeremo"

juventus

Il difensore bianconero commenta il titolo conquistato dall'Inter: "Si chiude un ciclo che per nove anni ha regalato soddisfazioni ai nostri tifosi. Complimenti all'Inter, sono stati i più costanti, ma la Juve si rialza sempre e lo farà ancora". E sulla vittoria di Udine: "Se ci accontentiamo di questi tre punti non abbiamo capito nulla"

UDINESE-JUVENTUS 1-2, GOL E HIGHLIGHTS

La Juventus vince in rimonta a Udine e porta a casa tre punti fondamentali per lotta Champions. E' anche però la giornata della conquista dello scudetto dell'Inter e della fine del regno bianconero (come lo ha definito Antonio Conte) dopo nove anni. Un ciclo che si conclude e che Leonardo Bonucci ha commentato così ai microfoni di Sky Sport: "Si chiude il ciclo, sicuramente noi abbiamo del nostro quest'anno, perchè abbiamo perso tanti punti per dettagli. Ma l'Inter è stata la più costante, quella che ha dimostrato nella lunga corsa al campionato di essere la più forte per quest'anno. Da oggi continua un altro ciclo, un altro capitolo, noi dobbiamo trovare  la forza e la fame per riprenderci quello che abbiamo lasciato dopo 9 anni di vittorie, 9 anni di soddisfazioni per i nostri tifosi. Abbiamo creato qualcosa di difficile da emulare e questo ce lo vogliamo tenere stretto, perchè vincere per 9 anni vuol dire che fai qualcosa di epico. Detto questo complimenti all'Inter che ha vinto lo scudetto, però la Juve si rialza sempre e noi lo abbiamo fatto stasera e continueremo a farlo".

"Se ci accontentiamo di questa vittoria non abbiamo capito nulla"

approfondimento

Volata Champions: la situazione aggiornata

Bonucci ha proseguito, commentando la vittoria di Udine e l'importanza di questo successo anche sul piano psicologico: "Abbiamo portato a casa solo tre punti, la stagione è ancora lunga. Se ci accontentiamo di questi dieci minuti vuol dire che non abbiamo capito proprio niente. Era una partita da vincere, ce lo eravamo detti. Non abbiamo subito granchè, ma mancava sempre quel bricolo di determinazione, di cattiveria in più, di passione e di cuore che si è vista negli ultimi dieci minuti per portare a casa il risultato. Non riusciamo sempre a cambiare marcia e a tenerla per tutta la partita, questa è la cosa più difficile da capire, ma dalla quale dobbiamo trovare le forze per arrivare all'obiettivo Champions e per portare a casa la Coppa Italia".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche