Juve-Milan, Pirlo: "Vogliamo la Champions sul campo, non ci interessa cosa accade fuori"

Juve
andrea pirlo conferenza

L’allenatore bianconero sugli ultimi sviluppi legati al caso Superlega: "Vogliamo entrare in Champions, non ci interessano discorsi che vanno oltre il campo. Contro il Milan sarà una gara aperta, ho recuperato tutti. CR7 e Ibra fanno bene al calcio. McKennie? È più professionista rispetto a quando è arrivato". E su Donnarumma: "È un giocatore del Milan, noi siamo contenti di Szczesny"

JUVE-MILAN LIVE

"Noi continuiamo a essere concentrati sul campo per andare alla ricerca di un posto in Champions, ciò che succede fuori dal rettangolo verde non ci deve interessare. Per la gara di domani avremo tutti i giocatori a disposizione, è rientrato anche Demiral. Si sono allenati tutti bene in questi giorni, di conseguenza potrò scegliere con grande calma la migliore formazione possibile". Andrea Pirlo rivolge la sua attenzione esclusivamente alla sfida tra la sua Juventus e il Milan, una gara che potrebbe essere decisiva per centrare la qualificazione alla prossima edizione della Champions League: "Contro i rossoneri mi aspetto una bella partita, sarà un match aperto. Sarà fondamentale partire sin dall’inizio con la giusta concentrazione. Sono sicuro che scenderà in campo una squadra molto determinata a ottenere il massimo risultato possibile. Se mi piacerebbe allenare Donnarumma? È un giocatore del Milan ed è un problema loro, non mio. Lo ritengo uno dei migliori cinque portieri al mondo, è un professionista esemplare ma noi siamo contenti di Szczesny".

"CR7 e Ibra fanno bene al calcio. Il gruppo è coeso"

leggi anche

Juve, Barça e Real: "Pressioni inaccettabili"

Pirlo che dribbla le domande sul futuro: "Ora è il momento di pensare al presente e di restare concentrati sui nostri obiettivi. Mancano quattro giornate di campionato e la finale di Coppa Italia". L’allenatore della Juventus ha poi aggiunto: "La gara di domenica scorsa ci ha dato nuova linfa. E siamo felici che sia stato Cristiano a ribaltare il risultato contro l'Udinese. Ronaldo e Ibrahimovic sono due giocatori che fanno bene al calcio, campioni che abbiamo il piacere di vedere in campo. Cristiano ha un bel rapporto con tutti, l'abbraccio finale è stato vista come l’unione di tutto il gruppo, ripartiremo da quell’abbraccio di tutto il gruppo dopo il secondo gol. Siamo tutti concentrati e coesi, è stato un significato importante per quello che cerchiamo. Sono sicuro che domani affronteremo bene la partita, la settimana è stata trascorsa con entusiasmo e concentrazione. Vedo i ragazzi sul pezzo e questo mi fa stare sereno".

"Gioca Rabiot, Morata è pronto. McKennie? Ora è più professionista"

Capitolo formazione: "Domani Rabiot partirà dall’inizio. A Udine è entrato con la giusta determinazione e ha contribuito in maniera importante al successo Morata sta bene e sarà pronto anche per partire dal primo minuto eventualmente. McKennie può partire dall’inizio domani sera. Sta trovando la condizione fisica ottimale per farsi trovate al top della forma, ora è anche dimagrito ed è una cosa che gli abbiamo messo in testa. Ora è concentrato ed è più professionista rispetto a quando è arrivato. Deve esserlo al 100% e non al 50%. In porta giocherà Szczesny", ha concluso Pirlo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche