Verona-Roma, Tudor: "Grandi motivazioni. Mou... mi preoccupa, ha fatto la storia"

VERONA

Il neo allenatore gialloblù alla vigilia dell'esordio contro i giallorossi: "Abbiamo preparato il match al meglio, ci saranno grandi motivazioni. Cosa mi preoccupa della Roma? L'allenatore. Hanno giocatori forti, anche chi sta in panchina farebbe comodo a qualsiasi squadra"

VERONA-ROMA LIVE

Inizierà contro la Roma il percorso di Igor Tudor alla guida dell'Hellas Verona. Un déjà vu per l'allenatore croato che, come nella sua seconda esperienza con l'Udinese, giocherà il primo match contro i giallorossi. In quel caso Tudor perse 4-0, ma stavolta l'obiettivo è conquistare punti per risollevare un Verona ancora fermo a zero in classifica: "Noi l'abbiamo preparata al meglio possibile - spiega Tudor in conferenza stampa - La squadra ha lavorato bene, ho visto voglia di fare, domenica ci saranno grandi motivazioni: giochiamo nel nostro stadio e non si vince da tanto. Vogliamo fare bene, una prestazione giusta, concreta e senza distrazioni. Venire a giocare qui da avversario è sempre stato difficile. Il supporto ci sarà, starà a noi guadagnarcelo ogni volta di più". 

"Cosa mi preoccupa della Roma? L'allenatore"

leggi anche

Serie A, la presentazione della 4^ giornata

Di fronte una Roma in forma che Tudor rispetta, spendendo parole d'elogio per Mourinho: "Cosa mi preoccupa della Roma? L'allenatore - ammette - La Roma sta bene, ha un allenatore che ha fatto la storia del calcio e ha giocatori forti, anche chi sta in panchina farebbe comodo a qualsiasi squadra di Serie A. È sempre bello giocare contro queste squadre. C'è da lavorare su di tutto, bisogna crescere, ma io ho visto bene i ragazzi e non vedo l'ora arrivi la partita".

"Barak è un punto di forza. Cancellieri? Giocatore talentuoso"

leggi anche

Calendario Serie A, le partite della 4^ giornata

Tudor dovrà fare a meno di tre infortunati nel suo match di esordio: sono Veloso, Frabotta e Ruegg. Ci sarà, invece, Barak che agirà alle spalle delle punte: "Barak l'ho trovato benissimo, com'è giusto che sia - spiega Tudor - Ha fatto cose molto buone, è stato un punto di forza di questa squadra. È un grande lavoratore, sono sicuro che farà una bella stagione". Tudor, infine, ha parlato del giovane classe 2002 Cancellieri, già impiegato da Di Francesco nelle prime uscite stagionali: "Matteo è un giovane interessante, di prospettiva. Bisogna capire in che posizione giocherà: ha caratteristiche particolari, ma vedo grande voglia e grande potenziale. Tocca a lui lavorare forte e crescere: il suo talento uscirà perché è un giocatore talentuoso".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche