Spalletti dopo Sassuolo-Napoli: "Il gol di Ferrari nato da una punizione che non c'era"

NAPOLI
©IPA/Fotogramma

L'analisi dell'allenatore dopo il 2-2 del Mapei Stadium: "Nel momento in cui loro hanno cominciato a pressare, noi abbiamo perso qualche pallone di troppo invece che giocare con la consueta calma". E spiega: "Sulla punizione per il gol di Ferrari c'è fallo su Rrhamani, invece viene dato fallo contro"

SASSUOLO-NAPOLI: GLI HIGHLIGHTS - IL PUNTO SUGLI INFORTUNI

"Nel momento in cui loro hanno cominciato a pressare, noi abbiamo perso qualche pallone di troppo, invece che giocare con la consueta calma". Così Luciano Spalletti analizza il pareggio per 2-2 del suo Napoli sul campo del Sassuolo, risultato che riduce a un punto il vantaggio sul Milan e a +2 quello sull'Inter. "Magari pensavamo che il 2-0 non potesse essere rimontato, poi sono successe delle cose, tipo che qualche calciatore ha sentito la stanchezza. Finchè eravamo sul 2-0 stavamo facendo la partita su entrambi i lati: ci è mancata la qualità nella gestione della palla nel forcing finale loro, gliel’abbiamo ridata spesso e hanno costruito l’aggressione finale".

"Sul gol di Ferrari c'era fallo su Rrahmani"

vedi anche

Sassuolo-Napoli 2-2. HIGHLIGHTS

Spalletti parla poi dell'espulsione che ha subito e del gol annullato al Sassuolo nel finale: “Nel finale sono stato espulso perché ho protestato, sulla punizione per il gol di Ferrari c’è fallo su Rrahmani invece viene dato fallo contro. Lo tira giù con il ginocchio e con il braccio lo tiene. Quello di Demme può essere anche fallo, ma prima c’è l’episodio di Rrahmani, ho avuto subito quella sensazione. Io cerco sempre di non andare a protestare e di non mandare i miei giocatori dall'arbitro, invece mi sembra che gli altri lo facciano spesso".

"Difficili i recuperi di Fabian Ruiz e Koulibaly"

leggi anche

Risentimenti per Koulibaly, Fabian Ruiz e Insigne

L'allenatore del Napoli si sofferma anche sulle condizioni giocatori usciti dal campo per infortunio: "Fabian Ruiz ha scelto di restare in campo: gli avevo chiesto di uscire, mi ha detto che voleva giocare altri due minuti e in quelli ha avuto questo problema all’adduttore - spiega - ha qualche problema lui come Koulibaly, ha fatto un’apertura anomala e ha sentito dolore. Vedremo come staranno. Il loro recupero per il prossimo turno diventa difficile, li valuteremo. A Insigne si è indurito il polpaccio, poteva farsi male e quindi l'ho sostituito". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche