user
15 settembre 2017

Serie B, calendario e orari 4^ giornata: big match al Curi

print-icon
Carpi (LaPresse)

Dopo gli anticipi a Venezia e Cesena, la 4^ giornata della Serie B riserva il big match tra Perugia e Pescara. La capolista di scena allo Zini, da non perdere Frosinone-Bari. Empoli e Palermo a caccia di punti, impegni esterni per Pescara e Cittadella. La Pro Vercelli non può sbagliare a Brescia

Archiviato un terzo turno con il record stagionale di gol (36), bilancio d’inizio stagione all’insegna di 96 reti ovvero il primato dal ritorno del campionato a 22 squadre nel 2004, la Serie B prosegue con la 4^ giornata dai tanti incroci imperdibili. Dopo il doppio antipasto con gli anticipi a Venezia e Cesena, l’intero programma va in scena sabato alle 15.00 complice il turno infrasettimanale in programma tra pochi giorni. Diamo quindi uno sguardo all’agenda tra partite, numeri e curiosità.

CREMONESE-CARPI (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 9 HD)

Dopo gli anticipi le luci si accendono allo Zini per la capolista allenata da Calabro, unica squadra a punteggio pieno con 3 successi di misura e nessun gol al passivo. Nonostante la rivoluzione estiva e gli innesti dalle categorie inferiori, quindi, il Carpi si è subito rivelato competitivo a partire da Malcore scovato in Serie D. Emiliani mai vittoriosi a Cremona prima del match contro la neopromossa di Tesser, esaltata dalle vittorie contro Avellino e Pro Vercelli con 7 reti complessive. Attenzione allo sgambetto della 'Cremo' in ascesa.

PERUGIA-PARMA (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 3 HD)

Se il Carpi rischia a Cremona il big match va in scena al Curi tra due candidate alla promozione in A, vetrina che 14 anni fa riservava la sfida per l’ultima volta. Umbri frenati a Cittadella dopo le goleade rifilate a Foggia e Pescara, fattore offensivo per mister Giunti trascinato dal tridente Han-Cerri-Di Carmine. Privo dello squalificato Scavone per 2 turni, il Parma ha invece pagato dazio contro il Brescia sotto il diluvio del Tardini: una prima battuta d’arresto che non spegne le credenziali degli emiliani di D’Aversa dalla rosa invidiabile.

FROSINONE-BARI (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 4 HD)

In attesa dell’inaugurazione del nuovo 'Benito Stirpe', i ciociari tornano nella dimora provvisoria del Partenio dopo la rimonta a Pescara. Ultimo turno di squalifica per Dionisi, ai box pure lo sfortunato Paganini vittima di un’altra rottura del legamento crociato. Longo si affida quindi al tandem Ciano-Ciofani (2 gol a testa) nella gara contro i pugliesi sconfitti in serie da Empoli e Venezia. Fabio Grosso lavora sull’identità di un gruppo ambizioso, certo è che questa trasferta ha premiato il Bari solo una volta in 7 occasioni.

FOGGIA-PALERMO (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 2 HD)

Due pareggi di fila per la corazzata rosanero, agguantata al 94’ dall’Empoli al Barbera nell’incrocio tra retrocesse. Coronado subito protagonista, Tedino attende piuttosto la coppia macedone Trajkovski-Nestorosvki per il salto di qualità. A proposito di reti, sono 11 i gol incassati dal Foggia in 270’: l’ultima difesa così fragile nell’avvio della B apparteneva al Gubbio targato 2011/12. Stroppa è obbligato a correre ai ripari allo Zaccheria, impianto che ospita l’incontro lontano 19 anni dai tempi della Serie C1.

EMPOLI-ASCOLI (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 6 HD)

Appaiato al Palermo a quota 5 punti in classifica, l’Empoli di Vivarini viaggia su binari paralleli ma con una filosofia già definita: prendete 'Ciccio' Caputo, affare estivo da 3 milioni di euro, reduce da 2 doppiette segnate contro Bari e Palermo. È lui a lanciare la carica al Castellani, stadio che premia i toscani (12 vittorie contro 3) nei precedenti con l’Ascoli della coppia Fiorin-Maresca. L’ultimo ko al Del Duca contro il Novara ha prolungato il digiuno del gol di Favilli, erede designato di Cacia. Attenzione ai primi 15’ di gara: tre reti incassate dall’Empoli, altrettante segnate dai marchigiani.

VIRTUS ENTELLA-TERNANA (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 10 HD)

Prosegue l’evoluzione della nuova Ternana, società ridisegnata dalla proprietà Unicusano a partire dall’allenatore Pochesci dalla spiccata mentalità offensiva. La prima gioia maturata contro il Cesena e un’imbattibilità in atto aprono alla trasferta di Chiavari, casa dei liguri beffati al 90’ nel derby dallo Spezia. Tre gol segnati in altrettante uscite ribadiscono il peso colmato in passato da Caputo, bomber che Castorina deve dimenticare a partire dalla "Zanzara" De Luca. Al resto pensa capitan Troiano, rigorista d’eccezione.

SALERNITANA-PESCARA (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 5 HD)

Quattro punti all’attivo in 270’ per gli abruzzesi, lontani 5 punti dalla vetta eppure trascinati da Stefano Pettinari: 25enne attaccante cresciuto nella Roma, capocannoniere con 6 gol, ha realizzato 2 triplette in sole 3 uscite. Naturalmente c’è lo zampino di Zeman, d’altronde non aveva mai firmato un tris nelle precedenti 161 partite in B. Dopo gli addii di Coda e Donnarumma manca invece un bomber ai granata di Bollini a segno solo nel 3-3 con la Ternana. Chissà se la spinta dell’Arechi darà una mano alla Salernitana.

NOVARA-CITTADELLA (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 7 HD)

È Alessio Da Cruz, 20enne attaccante olandese notato in patria in Serie B, l’uomo della svolta per i piemontesi di Corini finalmente rincuorati per punti e gol. Decisiva la sua doppietta al Del Duca ad archiviare i ko provocati da Parma e Carpi, avvio nuovamente in discussione al Piola. Il Novara non batte in casa il 'Citta' dal 2005 in C1, tabù da sfatare dinanzi agli uomini di Venturato vulnerabili in trasferta come ribadito contro il Frosinone. La prima risorsa non può che essere Litteri, 30 centri totali in maglia granata.

BRESCIA-PRO VERCELLI (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 8 HD)

Vietato sbagliare al Rigamonti per Grassadonia, allenatore già in discussione dopo 3 stop in altrettante partite e l’ultimo posto in classifica. Solo una rete segnata e ben 7 al passivo testimoniano le difficoltà della Pro attesa a Brescia dove ha trionfato solo una volta (era il 1936) in 15 incroci. Segnali di ripresa invece per i lombardi di Boscaglia, vittoriosi a Parma nonostante la pioggia torrenziale. Dell’italo-argentino Ferrante il gol partita, attaccante emerso nella scorsa stagione e papabile rivelazione nel Brescia targato Cellino.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi