Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
15 settembre 2017

Un super Cacia trascina il Cesena: Avellino battuto 3-1. I GOL

print-icon

Nel secondo anticipo della 4^ giornata di Serie B i padroni di casa conquistano la prima vittoria in campionato, trascinati dalla doppietta dell'attaccante che arriva a quota 133 gol tra i cadetti, a- 2 dal record di  Schwoch. La squadra di Novellino fallisce un rigore con Ardemagni e accorcia le distanze con Castaldo nella ripresa, ma non riesce a raggiungere il pareggio

CLICCA QUI PER RIVIVERE IL MATCH

I RISULTATI E LA CLASSIFICA DI DI SERIE B

CESENA-AVELLINO 3-1

2' , 51' Cacia (C), 27' Sbrissa (C), 55' rig. Castaldo (A)

Non poteva che essere Cacia a regalare la prima vittoria e i primi gol in questo campionato al Cesena. L’attaccante trascina la formazione di Camplone al successo in casa contro l’Avellino. Il match lo sblocca proprio il numero 10 bianconero che batte Lezzerini con un tocco morbido di mancino in area di rigore. Il raddoppio lo firma Sbrissa dopo l’errore dal dischetto di Ardemagni. Nella ripresa è ancora Cacia a siglare il 3-0, salendo a quota 133 nella classifica marcatori all time della Serie B (-2 dal record di Schwoch) L’ Avellino accorcia le distanze su rigore con Castaldo , entrato nella ripresa al posto di Bidaoui, ma il risultato non cambia. Al Manuzzi finisce 3-1 per il Cesena.

Primo tempo: Cacia la sblocca subito, Ardemagni fallisce dal dischetto

Era l’unica squadra di Serie B a non aver ancora segnato in questo campionato, ma al Cesena bastano 2 minuti per sbloccare il risultato. E’ Daniele Cacia a firmare il vantaggio della formazione di Camplone: l’attaccante riceve da Jallow e incrocia con il sinistro con un tocco morbido che batte Lezzerini. Per il centravanti nativo di Catanzaro è il gol numero 132 in Serie B, a -3 dal primato di Stefan Schwoch. L’Avellino prova a scuotersi e al 18’ si costruisce l’occasione per pareggiare: Laverone crossa dalla destra cercando la testa di Ardemagni che viene anticipato con un fallo di mano da Cascione. ll direttore di gara Baroni non può che concedere il rigore all’Avellino. Dal dischetto va proprio il numero 9 della formazione di Novellino, ma Fulignati riesce a respingere con un piede la conclusione dell’attaccante. Gli ospiti accusano un po’ il contraccolpo psicologico per l’occasione fallita e dieci minuti dopo incassano il 2-0. Laribi, oggi alla sua 100^ presenza in B, va a battere un calcio di punizione dai 25 metri che spiove in area e trova la testa di Cascione. Il giocatore del Cesena fa la sponda per Sbrissa che calcia col mancino e mettendo la palla alle spalle di Lezzerini. Per il centrocampista in prestito dal Sassuolo è il terzo gol tra i cadetti. L’ Avellino prova una timida reazione sull’asse a Ardemagni- Morosini, ma il numero 21 trova solo l’esterno della rete. Nel finale della prima frazione il Cesena va vicino al 3-0 in più occasioni. Ci provano ancora Sbrissa e Cascione di testa, poi Di Noia con il sinistro, ma a Lezzerini salva in due tempi. L’ultimo squillo dei primi 45’ minuti è però dell’Avellino: Molina entra in area e calcia col mancino, la conclusione leggermente deviata è indirizzata in porta ma Fulignati con un ottimo intervento respinge. Il Cesena va al riposo avanti 2-0.

Secondo tempo: porta stregata per l'Avellino

Novellino nell’intervallo prova a cambiare le carte in tavola inserendo una punta di peso come Castaldo al posto di Bidaoui. L’Avellino entra in campo nella ripresa con maggiore convinzione e colpisce subito un palo con un colpo di testa di Ardemagni. Non sembra la giornata dell’attaccante ex Perugia che poco dopo si vede annullare anche un gol per fuorigioco. L’inerzia della partita sembra essersi spostata a favore degli irpini, ma al 51’ è ancora Cacia a trafiggere Lezzerini su assist di un ottimo Sbrissa. L’Avellino non si perde d’animo e 3 minuti dopo si procura un altro calcio di rigore per un fallo di mano di Laribi. Dagli undici metri questa volta va Castaldo che spiazza Fulignati e provare a ridare speranze di rimonta ai suoi. Speranze che durano appena 4 minuti: Suagher rimedia la seconda ammonizione della sua partita e lascia in 10 l’Avellino. Il Cesena prova subito ad approfittarne proprio con Laribi che si vede respingere la conclusione sulla linea da Di Tacchio. A 15 minuti dalla fine c’è spazio anche per la standing ovation del Manuzzi per Daniele Cacia, autore di una doppietta alla sua prima partita da titolare con il Cesena. La squadra di Novellino ci prova ancora nel finale, colpendo un altro palo su un colpo di testa di Castaldo, ma i padroni di casa riescono a portare a casa la prima vittoria stagionale.

Formazioni ufficiali

Cesena (3-5-2): Fulignati; Perticone, Rigione, Scognamiglio; Fazzi, Sbrissa, Laribi, Di Noia, Mordini; Jallow, Cacia

Avellino (4-4-1-1): Lezzerini; Laverone, Suagher, Marchizza, Falasco; Molina, D’Angelo, Di Tacchio, Bidaoui; Morosini; Ardemagni

Statistiche e curiosità

  •  Il Cesena è rimasta l’unica formazione cadetta a non aver ancora segnato nelle prime 3 partite del 2017/18. Il digiuno bianconero ammonta a 354’, ultima rete risale al 13 agosto scorso in Coppa Italia contro il Genoa.
  • Daniele Cacia a 2 passi dalla storia: si trova a 133 reti, -2 dal primato di Stefan Schwoch, fermo a quota 135.
  • Gara numero 100 per Karim Laribi in Serie B (considerata la sola regular season). Ha debuttato il 27 agosto 2011 in Sassuolo-Nocerina 3-1. Ha indossato le maglie di Sassuolo, Latina, Bologna e Cesena. 
  • E’ dal 17 aprile scorso, 1-0 a Pisa che l’Avellino non fa punti fuori casa. I biancoverdi arrivano da 5 k.o. consecutivi tra Serie B e Coppa Italia.
  •  

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi