#DistantiMaUniti: Pordenone-Venezia e il derby 'giocato' sui social

Serie B

Le due squadre si sono cimentate in un derby a distanza tra le mura di casa, dove i calciatori si sono distinti in attività più o meno domestiche come rifare il letto, stirare la propria maglia di gioco o anche allenarsi usando i figli come pesi

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI DEL 16 MARZO IN DIRETTA

Il calcio ai tempi dell’epidemia si muove sui social. Ed è proprio così che si è "giocato" il derby tra Pordenone e Venezia, con la campagna #DistantiMaUniti che ha coinvolto entrambe le squadre. L’iniziativa è stata annunciata con i tradizionali post del matchday, che raffigurano i due bomber delle squadre nelle rispettive case che protendono l’uno il braccio verso l’altro: Strizzolo per il Pordenone e Longo per il Venezia. Il derby è poi proseguito coinvolgendo altri calciatori. Così i due capitani Stefani e Modolo hanno introdotto la pubblicazione di video ritraenti i compagni di squadra impegnati in faccende domestiche o attività più o meno sportive. Pasa e Aramu sono stati ripresi mentre erano intenti a rifare i letti, Misuraca e Cremonesi si sono allenati usando i figli come pesi, De Agostini e Fiordilino hanno stirato la divisa da gioco. Filo conduttore di tutti questi contenuti è l’invito a rimanere a casa per limitare la diffusione del virus. In modo che così possano davvero vincere tutti.

SERIE B: SCELTI PER TE