Cremonese-Benevento 0-1, gol di Insigne. Inzaghi a tre punti dalla Serie A

Serie B
©LaPresse

Non conosce sosta la marcia del Benevento, vittorioso 1-0 allo Zini e lontano solo tre punti dalla promozione in Serie A. Decide Insigne sul campo della Cremonese, graziata prima dell'intervallo dall'arbitro Massimi (perso il fischietto su un episodio dubbio in area grigiorossa) ma punita dalla capolista alla 7^ vittoria di fila. A +24 sul Frosinone terzo con 9 turni al termine della regular season, Pippo Inzaghi è pronto alla festa

CREMONESE-BENEVENTO 0-1

51' Insigne


CREMONESE (4-3-3)
: Ravaglia; Bianchetti, Ravanelli, Terranova, Crescenzi; Valzania, Castagnetti (65' Ciofani), Kingsley (46' Deli); Parigini (83' Mogos), Ceravolo (65' Palombi), Gaetano (77' Celar). All. Bisoli


BENEVENTO (4-3-3): Montipò; Maggio, Caldirola, Volta, Barba; Hetemaj (77' Del Pinto), Schiattarella, Tello; Kragl (35' Insigne), Moncini (77' Coda), Improta (85' Tuia). All. Inzaghi


Ammoniti: Kingsley (C), Schiattarella (B), Volta (B), Bianchetti (C)


Nessun passo falso, nemmeno alla ripartenza della Serie B. Solo vittorie per il Benevento, capolista che continua a macinare punti e vede la promozione in Serie A. Mancano solo tre punti alla squadra di Pippo Inzaghi per il traguardo, d’altronde a 9 turni dal termine della regular season sono 24 le lunghezze di vantaggio sul Frosinone terzo (indietro negli scontri diretti). Un patrimonio da gestire per la regina del campionato, solo un ko (lo scorso 26 ottobre a Pescara) e imbattuta addirittura da 20 turni. La 7^ vittoria consecutiva arriva allo Zini, casa della Cremonese rivitalizzata da Bisoli e reduce dal prezioso 3-1 di Ascoli in chiave salvezza. Poco cambia per il Benevento che, grazie a Roberto Insigne, alimenta il proprio bottino e prepara la festa venerdì al Castellani.

La cronaca della partita

Si ricordano le vittime del Covid-19 allo Zini, casa della Cremonese che parte meglio con l’ex Ceravolo (due volte al tiro fermato da Montipò). La squadra di Inzaghi ci prova con Moncini dalla lunga distanza, botta che quasi sorprende Ravaglia. Match a tratti spigoloso, vedi Kingsley che se la cava col giallo entrando duro su Barba. Si rivedono i grigiorossi con Valzania dal destro a lato, mentre prima dell’intervallo l'episodio curioso si registra al minuto 40: il Benevento reclama un rigore per due interventi dubbi nell’area avversaria, ma l'arbitro Massimi aveva perso il fischietto non potendo quindi intervenire. Deciderà in seguito di assegnare un calcio di punizione per la Cremonese tra le proteste della capolista.

Nessun tiro nello specchio nei primi 45 minuti per il Benevento, ma a spezzare l’equilibrio al 51’ è Insigne entrato prima della pausa per Kragl: gran gol per il fratello del napoletano Lorenzo, sinistro piazzato che vale l’1-0. Tardiva la reazione degli uomini di Bisoli ad eccezione del colpo di testa di Ciofani (facile Montipò) e della conclusione di Deli prima del finale all'assalto. La capolista gestisce il risultato e concede spazio ad alternative come Coda, Del Pinto e Tuia prima di centrare il solito successo con vista sulla Serie A.

SERIE B: SCELTI PER TE