West Ham, Feghouli-gol. E la Roma si allontana...

CalcioMercato

L'algerino segna il primo gol in Premier e smuove il mercato dei giallorossi. Pista più complicata, specie dopo l'addio di Zaza - volato a Valencia - e il caso Payet: "Dimitri non vuole più giocare per noi, ma non lo venderemo"

AAA esterno cercarsi. La Roma bussa alla porta del West Ham e punta Feghouli. Algerino, classe '89, in estate si è trasferito in Premier dopo 6 stagioni nel Valencia. Giallorossi pronti a prenderlo, l'offerta è di un prestito con diritto di riscatto. Fiducia? Prima sì, ora la pista si complica. E i fattori sono vari: l'ultimo, il gol di oggi dell'ex Grenoble contro il Crystal Palace, nel 3-0 degli Hammers. Facile facile. Feghouli ha segnato la prima rete, poi Carroll e Lanzini hanno chiuso il match. Prima riserva - soltanto 15 presenze e un gol in tutte le competizioni - ora titolare. Perché? Semplice: tutto è legato all'addio di Simone Zaza (volato a Valencia) e al caso-Payet. Il West Ham non può permettersi di perdere tre attaccanti nella sessione invernale. Problemi di mercato quindi, le strategie della Roma devono tenerne conto. 

"Payet vuole andarsene!" - Il francese non vuole più stare al West Ham e ha chiesto il trasferimento, l'ha confermato Bilic in conferenza: "Abbiamo sempre detto che non vogliamo vendere il nostro miglior giocatore (a febbraio ha rinnovato il suo contratto fino al 2021 dopo la grande stagione dello scorso anno), ma ora Payet non vuole più giocare per noi. Se ne vuole andare, ma noi non lo venderemo". E ancora: "Questa squadra, lo staff: gli abbiamo dato tutto il possibile, siamo sempre stati al suo fianco. Mi sento molto deluso. E arrabbiato". Intanto, Feghouli segna il primo gol in Premier League e si allontana dalla Roma. Pronta l'alternativa. 

Piano B in Premier - Problema Payet, un caso che interessa anche la Roma. La pista si complica. L'alternativa è sempre una: Charly Musonda, classe '96 del Chelsea appena rientrato dal prestito dal Betis Siviglia. Obiettivo concreto, l'ha detto anche Spalletti: "Lo seguiamo, mi fido della società". Anche Conte - allenatore dei Blues - si è espresso sull'esterno: "È un calciatore che ha le qualità per diventare grande. Questo mese avrà l'occasione di lavorare con noi e mettersi in mostra. Mi piacciono questi tipi di giocatori".

I più letti