Calciomercato, punto Inter: da Manolas a Rodriguez

CalcioMercato

Dal centrale della Roma a Patrick Schick, passando per Verratti, Skriniar ed Henrichs del Bayer Leverkusen. Tutti i nomi sul taccuino di Ausilio

La caccia è aperta: difensori, esterni, centrocampisti. Insomma, nomi da mercato. Profili giusti per l'Inter che verrà, quella dell'anno prossimo. I nerazzurri, oggi, si trovano al quinto posto e puntano l'Europa, ma la società sta già pensando al prossimo futuro. Tutti i nomi.

Occhi su Manolas - "Il mio futuro è nella mani della Roma, se vogliono tenermi sanno cosa devono fare; altrimenti non posso farci nulla". Così parlò Manolas, centrale difensivo classe '91. Al Club dal 2014, il greco è sempre stato titolare sia con Spalletti che con Garcia. E' lui il profilo numero uno per la difesa nerazzurra, più di un'idea per giugno (interesse già manifestato nella sessione invernale di mercato). Il suo contratto scade nel 2019, ad oggi le ipotesi di un rinnovo sembrano lontane e l'addio pare scontato. L'Inter in agguato. 

Situazione Rodriguez - Altro giro, altro nome. Stavolta come terzino sinistro di spinta: si tratta di Ricardo Rodriguez, classe '92 del Wolfsburg già accostato ai nerazzurri nell’ultima finestra di mercato. Ci sono stati nuovi contatti tra le parti ma la trattativa non è ancora chiusa. Inoltre, da diverse gare, lo svizzero sta giocando come centrale di difesa, ma l’Inter vuole essere sicura di assicurarsi il rinforzo adatto per la posizione di esterno. In ballo c'è anche l’ostacolo della clausola rescissoria da 22 milioni di euro, cifra che la società nerazzurra non vorrebbe pagare; per questo, infatti, l'Inter farà un tentativo per strappare il giocatore ai tedeschi per una cifra di 15 milioni di euro più 4 di bonus. Manca ancora l’accordo economico con Rodriguez, le parti dovranno rivedersi. Sul calciatore c’è anche l’interesse del PSG, club che sarebbe disposto ad offrirgli cifre importanti; la volontà del difensore, però, sarebbe quella di vestire la maglia dell’inter e di giocare in Serie A, questo potrebbe anche convincerlo ad accettare un’offerta più bassa. In ogni caso, non è ancora chiusa. Anzi.

Da Henrichs a Schick - Dalla difesa all'attacco, altro esterno nel mirino: si tratta di Benjamin Henrichs, classe '97 in forze al Bayer Leverkusen e già nel giro della Nazionale maggiore di Low. Ausilio - ds dell'Inter - è stato anche in Germania per vederlo giocare dal vivo, così come un altro osservatore nerazzurro ha assistito al match giocato contro l’Eintracht Francoforte. Henrichs piace, intriga. Prime riflessioni e prime informazioni richieste alla società tedesca, l’Inter ha avviato i sondaggi per capire eventuali margini di trattativa. Altro esterno nel mirino. Parliamo dell'attacco invece: altro nome in cima alla lista è Patrick Schick, centravanti della Sampdoria classe '96 (sette gol in Serie A per lui). I contatti tra le parti sono stati positivi (c'è già stato un incontro) e la società nerazzurra potrebbe pensare di inserirlo nella rosa di Pioli per fare il vice Icardi, anche perché con Giampaolo sta ricoprendo questo "ruolo". Si vedrà, al momento è preferito a Luis Muriel, altro attaccante della Samp con una clausola da 35 milioni. Nel mirino nerazzurro, inoltre, ci sono anche due difensori centrali: Milan Skriniar, classe '95 della Sampdoria, e Samir, '94 in forze all'Udinese di Delneri (può fare anche il terzino).

Capitolo Verratti - Parola all'agente del centrocampista, in Donato Di Campli: "Ritorno in Italia? Difficile. Andrà via soltanto per un top club europeo, al momento la sua situazione in Francia è complicatissima". Mentre il giocatore ha parlato chiaro: "Juve e Inter hanno i soldi per comprarmi, vediamo". E ancora: "Ora sto bene a Parigi, parlerò con il club e vedremo la scelta migliore da fare. Quello italiano è un grandissimo campionato, come la Liga o la Premier. Se dovessi lasciare Parigi farei le mie valutazioni. Anche in Italia oggi ci sono squadre che possono investire tanto, come l'Inter o la Juventus. I bianconeri in estate hanno fatto un grande investimento su Higuain. La Juventus è una delle quattro squadre più forti al mondo ed è migliorata molto, se un giorno dovessi partire e se ci fosse la possibilità per me non ci sarebbe nessun problema". Questa la situazione del talento del Psg, su cui si era espresso anche Ausilio: "Verratti in nerazzurro? Quasi impossibile". Situazione delicata, in quanto sull'ex Pescara c'è anche il Barcellona, pronto a investire almeno 70 milioni di euro.

I più letti