Inter-Conte: accordo di massima. Il punto di Gianluca Di Marzio. VIDEO

Calciomercato

Antonio Conte è sempre più diretto verso la panchina dell’Inter. Accordo di massima tra l’allenatore e la società nerazzurra: contratto fino al 2023, investimento simile a quello per un top player

INTER-CONTE, CI SIAMO: I DETTAGLI

DEL PIERO: "CONTE-INTER? STRANO, MA LA SUA RIGIDITÀ..."

VOCI SU CONTE, SPALLETTI CITA ROBERT REDFORD

Antonio Conte è sempre più vicino a diventare il prossimo allenatore dell’Inter. L’ex CT della Nazionale e la società nerazzurra hanno trovato un’intesa di massima e sono ormai promessi sposi. Manca la firma, perché ovviamente non può ancora esserci, ma c’è l’accordo tra le parti, che andrà definito e formalizzato quando ci saranno i giusti tempi tecnici. Come spiegato da Gianluca Di Marzio nel corso di Sky Calcio Show, per l’ex allenatore di Juventus e Chelsea il contratto potrebbe essere addirittura quadriennale, fino al 2023, e non triennale come si è ipotizzato finora.

Marotta decisivo

Per l’ormai possibile arrivo di Conte all’Inter è stato decisivo Beppe Marotta. Ad avere il sopravvento in casa nerazzurra, infatti, è stata proprio la svolta "marottiana", in quanto l’amministratore delegato è stato colui che ha spinto per portare avanti l'idea di un cambio tecnico. Il dirigente ha evidentemente convinto la proprietà ad affrontare uno sforzo economico non indifferente: lasciare a casa Spalletti e il suo staff, infatti, costerà all’Inter circa 30 milioni di euro. Una cifra altrettanto esosa sarà quella che il club nerazzurro dovrà sborsare per Conte e il suo staff. L’investimento tra chi rimarrà eventualmente a casa e chi verrà preso, dunque, è equiparabile a quello per un top player.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.