De Laurentiis: "Il Napoli segue Lozano da gennaio. Più giovane, ma James ha esperienza"

CalcioMercato

Ai microfoni di Espn il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha parlato degli obiettivi in attacco. "Seguiamo Lozano da gennaio. Mi piace il fatto che sia più giovane rispetto a James, ma il colombiano ha esperienza e conosce Ancelotti"

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

JAMES, LA POSIZIONE DI ANCELOTTI: "NON MI VA DI PARLARNE"

ANCELOTTI E DE LAURENTIIS GIOCANO A CARTE IN VOLO VERSO MIAMI

IL BARCELLONA BEFFA UN BUON NAPOLI: 2-1 A MIAMI

Indicazioni di mercato per l'attacco. Sono quelle fornite dal presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ai microfoni del programma Fuera de Juego di Espn. Nel corso dell'intervista il numero uno del club azzurro ha parlato di tre obiettivi nel mirino: Hirving Lozano del PSV, Everton Soares del Gremio e James Rodriguez, tornato al Real Madrid dopo i due anni trascorsi in prestito a Monaco di Baviera con il Bayern.

“Seguiamo Lozano da gennaio. James conosce Ancelotti, una garanzia”

L'eliminazione del PSV al secondo turno preliminare dalla Champions League 2019/2020 ha riportato in voga il nome di Hirving Lozano per l'attacco. Il 24enne messicano è seguito dal Napoli, spiega De Laurentiis, da mese. Esattamente "dallo scorso gennaio. Conosciamo esattamente il suo valore – le parole del presidente del Napoli - può essere un buon giocatore per il Napoli, così come può esserlo James e come Everton. Ma ce ne sono tanti altri". ADL ha però rivelato una ragione per la quale l'attaccante, 21 reti e 12 assist nella scorsa stagione con la formazione di Eindhoven, potrebbe farsi preferire alla concorrenza: "Quello che mi piace di Lozano è che è più giovane rispetto a James – il pensiero di Aurelio De Laurentiis - Rodriguez ha più esperienza, ha già giocato due volte sotto la guida di Carlo Ancelotti e questa è una garanzia". Le carte, però, restano coperte. "Se dobbiamo considerare chi è più utile per la squadra – conclude De Laurentiis - io ho un’opinione, il direttore sportivo Giuntoli ne ha un’altra e Ancelotti un’altra ancora. Sono idee personali, per questo non è poi così importante quello che dico io".

I più letti