Juventus-Lione, Paratici: "Avanti con Sarri, ha meritato la Juve"

Calciomercato

Lo Chief Football Officer bianconero ha parlato del futuro dell'allenatore prima del match contro il Lione: "Lo abbiamo scelto perché ha dimostrato di meritarsi la Juve. Resta? Certo, non decidiamo in base ad una partita. Anche noi dirigenti sotto osservazione. Qui funziona così e lo sappiamo"

CALCIOMERCATO LIVE, TUTTE LE TRATTATIVE

Prima della sfida allo Stadium contro il Lione Fabio Paratici ha parlato a 'Sky Sport' del futuro di Maurizio Sarri, che alla vigilia in conferenza era stato chiaro: "Partita decisiva per il mio futuro? I dirigenti non sono dei dilettanti - aveva spiegato l'allenatore- non prenderanno una decisione sulla base di una partita". D'accordo lo stesso Football Officer bianconero: "Ha ripetuto esattamente quello che ho sempre detto io- ha ribadito Paratici - i giudizi di una stagione, per allenatori e calciatori, non sono mai presi in base ad una singola partita. Se andremo avanti con Sarri? Certo".

"Dirigenti sotto osservazione? Alla Juve funziona così"

vedi anche

Sarri: "Mio futuro non dipende da questa partita"

Ma non è solo Sarri ad essere finito sotto osservazione: "Lo siamo anche noi dirigenti, alla Juventus sappiamo che è così - ha continuato Paratici - c'è grande responsabilità ed è un piacere averla. Non ti puoi nascondere dietro a niente, non c'è nulla di strano in quello che sta accadendo. Conviviamo con questo tipo di ragionamenti". Il discorso scivola poi nuovamente su Sarri: "Se lo abbiamo scelto per il trionfo in Europa League con il Chelsea? Ha fatto molto bene in diverse stagioni, facendo vedere un bel calcio. Ha dimostrato di meritasti la panchina della Juve. Veniamo da una settimana in cui abbiamo vinto il nono scudetto consecutivo. Abbiamo perso una Coppa Italia ai rigori". Chiosa su Ronaldo: "Come sempre sta molto bene, ancora meglio quando gioca in Champions. La sente come la sua competizione, lo ha dimostrato tante volte. Ma dobbiamo fare un applauso a tutti coloro che hanno lavorato con noi in questi anni, perché sono 3000 giorni che la Juve è campione d'Italia. Non bisogna dimenticarlo. Lo si dà per scontato troppo spesso".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche