Calciomercato Roma, ancora difficoltà per Smalling: manca l'accordo

Calciomercato
©LaPresse

Si complica di nuovo la trattativa per il ritorno in giallorosso del difensore inglese, a lungo corteggiato in questa sessione di calciomercato. Dopo l'ultima offerta di 15 milioni più bonus recapitata allo United, a Trigoria è arrivato l'intermediario per chiudere l'operazione. Ma dall'incontro sono emerse ulteriori difficoltà. Manca l'accordo

CALCIOMERCATO, L'ULTIMA GIORNATA LIVE

Si complica di nuovo il ritorno di Chris Smalling alla Roma. Nelle ultime ore il club giallorosso ha fatto pervenire al Manchester United una nuova offerta da 15 milioni di euro più bonus, che sembrava giusta per convincere la dirigenza inglese a lasciar partire il difensore centrale, tanto richiesto da Paulo Fonseca. Inoltre proprio oggi a Trigoria si era presentato l'intermediario dell'operazione, Jozo Palac, che attorno alle 11 ha iniziato il colloquio col Ceo della società giallorossa, Guido Fienga: una presenza in città, quella di Palac, che sembrava avvicinare ancora di più il ritorno nella capitale del difensore inglese, che ha sempre fatto sapere di volere solo la Roma e che non ha mai preso in considerazioni altre ipotesi di mercato. Ma, almeno per il momento, niente da fare. Continua a mancare l'accordo.

Concorrenza al Milan per Dalot dello United

leggi anche

Milan su Diogo Dalot, prima offerta allo United

Nel corso dei colloqui per l’affare Smalling, la Roma ha chiesto in prestito allo United anche Diogo Dalot, esterno destro classe 1999 che i Red Devils però sembrano disposti a cedere solo a titolo definitivo. Sul calciatore c’è anche il Milan, che nei giorni scorsi ha presentato una prima offerta – rifiutata – e che con ogni probabilità nelle prossime ore ne presenterà un’altra per provare a portare il giocatore alla corte di Stefano Pioli.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche