Chiesa alla Juve, colpo di calciomercato in dirittura d'arrivo

Calciomercato
©Getty

Dopo la cessione in prestito di De Sciglio al Lione e di Douglas Costa al Bayern la Juve stringe su Chiesa e trova un accordo con la Fiorentina: prestito biennale con obbligo di riscatto a 40 milioni al verificarsi di una tra tre condizioni specifiche

CALCIOMERCATO, TUTTO SULL'ULTIMO GIORNO DI MERCATO

Il domino di calciomercato si sta per chiudere. Douglas Costa al Bayern, Chiesa alla Juventus e Callejon alla Fiorentina. Trovano conferma le indescrezioni uscite in Germania: il fantasista brasiliano è pronto a trasferirsi al club tedesco, con la formula del prestito gratuito secco di un anno. Una destinazione gradita a Costa, che ha già vestito la maglia del Bayern dal 2015 al 2017 (77 presenze e 14 gol), con i due club ormai ai dettagli per chiudere l'affare.

Ora lo sprint per Chiesa: i dettagli

Chiesa-Juve, ma

Chiesa-Juve, ma prima il rinnovo

L'uscita del classe '90, che si unisce a quelle di Rugani e De Sciglio, avvicina definitivamente Federico Chiesa alla Juve. In questo modo i bianconeri avrebbero creato così tutti i presupposti per abbracciare presto l'esterno della Nazionale. Ora manca solo l'accordo totale con la viola. La formula a cui sta lavorando la Juve è un prestito biennale (2 milioni per il primo anno, 8 per il secondo), con obbligo di riscatto fissato a 40 milioni sulla base di tre particolari condizioni:

  • Chiesa deve giocare il 60% delle partite per un minimo di 30 minuti
  • Chiesa deve realizzare almeno 10 gol e 10 assist in due stagioni sportive
  • Nello stesso periodo la Juve deve arrivare tra le prime quattro
Basta che se ne verifichi una soltanto, e scatterà il riscatto. Scenari alla portata, se a Torino si dovesse ammirare il giocatore apprezzato a Firenze. Ma c'è un ultimo piccolo ostacolo tra le parti: Chiesa deve rinnovare con la Fiorentina prima di trasferirsi in prestito alla Juve. Tuttavia non c'è ancora l'intesa tra il giocatore e la viola su questo punto: il classe '97 al momento guadagna 1,8 milioni annui e vorrebbe rinnovare con un adeguamento dell'ingaggio che gli possa garantire la stessa cifra proposta dalla Juventus. La Fiorentina inizialmente ha esitato, ma entrambe le parti hanno fatto un passo decisivo verso l'altra: la deadline, a causa dei tempi molto stretti per organizzare in tempo le visite mediche, è questa notte. Filtra sempre più ottimismo. E se sarà fumata bianca, il club di Commisso ha già pronta l'alternativa. Anzi, le alternative. La prima è José Callejon, svincolatosi dal Napoli a fine agosto e già d'accordo con la Fiorentina; la seconda, non alternativa ma da aggiungere a Callejon, risponde al nome di Deulofeu, col quale la Viola sta parlando oramai da giorni. Un doppio rinforzo che potrebbe far dimenticare più facilmente la cessione di Chiesa alla Juve.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche