Roma, Tiago Pinto si presenta: "C'è grande ambizione, progetto a medio-lungo termine"

Calciomercato

Conferenza stampa di presentazione per il nuovo general manager giallorosso. Parola subito al mercato e al rinnovo di Pellegrini: "Lorenzo incarna il nostro progetto e al più presto parleremo del suo contratto". E sulla struttura societaria: "Non arriverà un nuovo direttore sportivo, gestirò io il mercato insieme alle persone già presenti nella Roma"

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE IN TEMPO REALE

Comincia l'era Tiago Pinto alla Roma: primi passi ufficiali per il nuovo general manager dell'area sportiva giallorossa, diventato operativo dallo scorso primo gennaio. Il dirigente portoghese si è presentato in conferenza stampa a Trigoria, illustrando quelli che saranno gli obiettivi della società dal suo arrivo in avanti: "Il nostro progetto è a medio-lungo termine e la sostenibilità è fondamentale per arrivare a vincere trofei. Nessuno ha un calendario per decidere quando vincere, ma la nostra ambizione è grande. La cosa più importante è capire che le vittorie devono essere costruite giorno per giorno, migliorando tutti di partita in partita. Attraverso questo potremo costruire in futuro una squadra vincente, che possa vincere con continuità e regolarità nel tempo. Ribadisco che nel calcio è impossibile stabilire una data entro la quale si vincerà. In Europa e in Italia ci sono diversi casi di squadre che hanno investito fortemente per una stagione e poi non sono riuscite a vincere. Noi lavoriamo quotidianamente per portare la Roma a essere competitiva e sempre in lotta per vincere in tutte le competizioni. Se avremo lo spirito di migliorare tutti giorno per giorno sono sicuro che saremo più vicini a raggiungere questo obiettivo".

"Pellegrini incarna il nostro progetto, lavoreremo per il rinnovo"

leggi anche

Mkhitaryan ma non solo: la Roma lavora sui rinnovi

Il percorso di crescita della Roma passerà inevitabilmente anche attraverso il mercato, in primis quello di gennaio che Tiago Pinto si troverà a gestire. Il dirigente portoghese ha spiegato le sue strategie per la sessione di trasferimenti in corso: "Siamo molto attenti sul mercato e stiamo lavorando intensamente. In questo momento non sono in grado di dire quante operazioni faremo, ma posso garantire che stiamo lavorando in questo senso per realizzare le operazioni migliori possibili. Prometto che da qui alla fine del mercato sarò disponibile a spiegare quello che avremo fatto o non fatto, così da chiarire quelle che saranno le nostre idee". Un tema importante sarà quello dei rinnovi, a partire dal contratto di Lorenzo Pellegrini, che scadrà a giugno 2022: "A me piace dire sempre la verità, Pellegrini incarna quello che è il nostro progetto. Un giocatore giovane, di talento e profondamente legato alla Roma. Presto faremo tutto il possibile per rinnovare il suo contratto".

"Non arriverà un nuovo direttore sportivo"

leggi anche

Prima a Trigoria per Tiago Pinto, Pedro migliora

Mercato che verrà gestito interamente da Tiago Pinto e che non prevederà dunque l'inserimento di un nuovo direttore sportivo, come ha spiegato lo stesso general manager: "Non arriverà nessuno per il ruolo da direttore sportivo. Il mio ruolo sarà quello di general manager dell'area sportiva, ma io arrivo per lavorare con tutte le persone già presenti alla Roma. Il primo passaggio sarà quello di conoscere il tipo di lavoro delle persone già presenti e portare il mio contributo. Mi occuperò di tutta la gestione dell'area sportiva, in concerto con la società". Struttura che prevederà invece una forte organizzazione sul piano dello scouting. Anche in questo settore però, Tiago Pinto non vuole effettuare rivoluzioni: "Ritengo che attualmente faccia la differenza avere un dipartimento di scouting molto solido. Sono cambiate diverse cose negli ultimi anni anche a livello di analisi dei calciatori. Questo non significa che le persone attualmente presenti non lo siano, ma quello che conta di più è che ci sia un reparto scouting della Roma, non di Tiago Pinto".

"La Roma vuole trattenere i suoi giocatori migliori"

Infine, un ultimo punto sul mercato, con l'intenzione chiara da parte nel nuovo general manager di trattenere tutti i migliori giocatori della Roma: "Ogni club è diverso dagli altri, quello che è chiaro è che la Roma vuole trattenere i propri migliori giocatori il più a lungo possibile. In questo modo sarà più facile raggiungere gli obiettivi e conquistare titoli. Siamo tutti consapevoli della situazione particolare in cui viviamo a livello mondiale, tutti i club stanno cercando di reinventarsi, ma noi abbiamo chiara la volontà di trattenere i nostri calciatori, farli crescere ed essere sempre più competitivi per vincere". Progetto di crescita che prevede al suo interno la figura di Paulo Fonseca: "Ho lavorato con diversi allenatori e vado molto orgoglioso di aver collaborato con persone con mentalità e filosofie diverse. Conosco bene la carriera di Fonseca, sin dai suoi inizi in Portogallo, e non nascondo che mi identifico nelle sue idee di calcio. Le sue idee sono quelle che vogliamo per il nostro club".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche